Cronaca
0

Coronavirus, Gallera: "Spero che la circolare su passeggiate con figli e jogging venga revocata"

L'assessore lombardo al Welfare è tornato sul provvedimento: "Il messaggio che dobbiamo dare i cittadini è che la strada è ancora lunga"

Coronavirus, Gallera:

ROMA - La circolare del Viminale "io la revocherei, spero venga revocata". Così l'assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, è tornato sul provvedimento del Viminale, durante un collegamento con Italia 7 Gold. "È un problema dei messaggi. Il messaggio che dobbiamo dare i cittadini è che la strada è ancora lunga. È faticoso ma bisogna resistere, perché di morti ne abbiamo visti troppi, non posiamo da una lato piangerli e dall'altro dare questi messaggi", ha concluso l'assessore. "Siamo a metà del cammino che dobbiamo compiere, se il virus è rallentato è perché siamo stati in casa con i nostri figli. Se oggi arriva una circolare che dice ognuno può uscire con propri figli, basta che sia a 200 metri da casa, rischiamo di avere tanta gente in giro, come 12 giorni fa, e di vanificare gli sforzi fatti perché il virus non chiede il permesso a nessuno. Dobbiamo stare a casa almeno 15 giorni", ha detto l'assessore lombardo.

Coronavirus, le parole di Gallera

"La situazione dei contagi in tutta la regione vede un rallentamento: la linea non cresce in maniera esponenziale ma si è livellata, non sta scendendo ma ha rallentato la crescita. Questo, però, a un prezzo altissimo". Quanto al calo dei ricoveri "è un dato complessivamente positivo" ha commentato Gallera, anche se "il dato che noi fotografiamo non è quello reale, c'è un grande sommerso. Alla fine conteremo quanti sono i deceduti ma ci sono anche tante persone che fanno la malattia al proprio domicilio e la superano".

Coronavirus, l'Italia si ferma per un minuto

Tutte le notizie di Cronaca

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina