Conte, conferenza live alle 19.30

Il premier fa il punto sull'emergenza Coronavirus: "Misure restrittive prorogate fino al 3 maggio"
Conte, conferenza live alle 19.30© UFFICIO STAMPA
4 min
TagsCoronavirusContePresidente del Consiglio

ROMA - È attesa per le 19.30 la conferenza stampa di Giuseppe Conte. Il capo del governo lo ha comunicato su Twitter dopo un lungo ritardo, causato da una riunione con i capi delegazione dei partiti di maggioranza e i ministri Roberto Gualtieri (Economia e Finanze) e Stefano Patuanelli (Sviluppo Economico). Conte farà un punto sull'emergenza Coronavirus in Italia. "Io ho una sola parola - ha scritto in giornata su Twitter il presidente del Consiglio -  la mia posizione e quella del Governo sul MES non è mai cambiata e mai cambierà. Più tardi in conferenza stampa vi aggiornerò su questo e su altre importanti questioni che riguardano il nostro Paese. A più tardi". Dai dati forniti oggi dal capo della Protezione Civile Angelo Borrelli i malati di COVID-19 in Italia al momento sono 98.273 mentre i morti sono 570 nelle ultime 24 ore e 18.849 totali dall'inizio dell'emergenza.

CONTE LIVE, AGGIORNA LA DIRETTA

Conte, conferenza stampa in diretta

Il premier Conte farà un punto sull'emergenza Coronavirus in Italia. Sul nostro sito sarà disponibile la diretta testuale. L'inizio della conferenza stampa è previsto per le 19.30, come ha comunicato lo stesso capo del governo su Twitter.

Chiusura fino al 3 maggio

Proroghiamo le misure restrittive fino al 3 maggio, una decisione difficile ma necessaria di cui mi assumo tutte le responsabilità politiche” ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in apertura di conferenza stampa, annunciando di aver firmato un nuovo dpcm. "E' una decisione necessaria che ho assunto dopo diversi incontri che ho tenuto con esperti, ministri, regioni, provincie, sindacati. Il comitato tecnico-scientifico ci ha dato una conferma: i segnali della curva epidemiologica sono incoraggianti. Le misure di contenimento stanno dando dei frutti, stanno funzionando. Non possiamo vanificare gli sforzi fin qui ottenuti, se cediamo adesso c'è il rischio di ripartire daccapo. Tutti i risultati positivi potremmo perderli. Dobbiamo continuare a mantenere alta la soglia dell’attenzione, anche adesso che si avvicina la Pasqua e per i ponti", le parole di Conte. "Prometto che se anche prima del 3 maggio si verificassero le condizioni, cercheremo di provvedere di conseguenza" ad aprire alcune attività produttive.

"Vogliamo riaprire dopo il 3 maggio"

L'auspicio è che dopo il 3 maggio si possa ripartire con cautela e gradualità ma ripartire - dice Conte - dipenderà dai nostri sforzi. La nostra determinazione è allentare il prima possibile le misure per tutte le attività produttive per far ripartire quanto prima in piena sicurezza il motore del nostro Paese a pieno regime: non siamo ancora nella condizione di farlo, dobbiamo attendere ancora”.

"Dal 14 aprile aperte librerie e negozi per bambini"

"Dal 14 aprile riapriamo cartolibrerie, librerie, negozi per neonati e bambini. Riapriamo anche il taglio dei boschi e attività forestali. Il lavoro per la fase 2 è già partito, non possiamo aspettare che il virus sparisca dal nostro territorio. Servirà un programma articolato e organico su due pilastri: un gruppo di lavoro di esperti e il protocollo di sicurezza nei luoghi di lavoro". "Ho firmato il decreto per il comitato di esperti" che affiancherà il comitato tecnico scientifico nella fase 2: "Lo presiederà Vittorio Colao. Ci saranno sociologi, psicologi, manager, che dialogherà con il comitato tecnico-scientifico. Avremo la possibilità di modificare le logiche del lavoro fin qui radicate. Questo gruppo annovera varie personalità. Gli scienziati stanno rafforzando il protocollo per la sicurezza dei luoghi di lavoro".

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti