Spunta la "tassa Covid": da 2 a 4 euro negli scontrini

La denuncia del Codacons: oltre ai rincari medi del 25% per parrucchieri ed estetisti legati al Coronavirus, in alcuni scontrini è spuntata una voce a parte, come contributo per sanificazione e messa in sicurezza dei locali
Spunta la "tassa Covid": da 2 a 4 euro negli scontrini
TagsCoronavirus

Non solo un aumento medio del 25% per taglio capelli e messa in piega, ma anche una voce in più sullo scontrino: la “tassa Covid”, da 2 a 4 euro. La denuncia del Codacons, riportata dal Sole 24 Ore, lancia l’allarme sul rincaro dei prezzi nella fase 2 del Coronavirus. La tassa Covid sarebbe un surplus richiesto per contribuire alla spese di sanificazione e messa in sicurezza dei locali.

Coronavirus, movida a Milano: la Polizia controlla
Guarda la gallery
Coronavirus, movida a Milano: la Polizia controlla

Coronavirus, Kit obbligatori a 10 euro

Non solo: sempre il Codacons segnala che alcuni estetisti impongono, per l’emergenza Covid, “Kit obbligatori da indossare a un costo extra di 10 euro a carico del cliente”. Dopo più di due mesi di chiusure i parrucchieri e gli estetisti fanno registrare lunghe liste d’attesa. Nei giorni scorsi era già partito l’allarme per i rincari che riguardavano il caffè, passato in molti posti a 1,20 euro o anche di più per la consumazione al banco.

In chiesa come allo stadio, il parroco invita i fedeli: "Lunedì si torna a messa"
Guarda il video
In chiesa come allo stadio, il parroco invita i fedeli: "Lunedì si torna a messa"

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti