Cronaca
0

Da farmacista pro Avigan alle manifestazioni di piazza: chi è Cristian Aresu 

Il 41enne diventato famoso per un video pubblicato sui social in cui annunciava la grande efficacia del farmaco antivirale usato dal 2012 in Giappone, è sceso in piazza accanto all'estrema destra

Da farmacista pro Avigan alle manifestazioni di piazza: chi è Cristian Aresu 

A Tokyo usano l’Avigan. Funziona e cura il 90% dei casi Covid”. In molti ricorderanno le parole del presunto farmacista Cristian Aresu che a metà marzo girò un video nel quartiere Ikebukuro (poi pubblicato sui social) sponsorizzando il farmaco “che qui esiste dal 2012 e cura praticamente tutti i casi di coronavirus”. Un video che fu ripreso da molti organi di stampa che, però, evidenziarono anche le poche evidenze scientifiche sull’efficacia del tanto declamato farmaco. A distanza di poche settimane, ecco il 41enne Aresu tornare alla ribalta, stavolta in altre vesti, ovvero quelle di organizzatore della manifestazione non autorizzata delle “Mascherine tricolore”, andata in scena ieri a Roma e promossa dal gruppo Facebook di estrema destra “Marcia su Roma”. Manifestazione contro il governo accusato di “affamare gli italiani con la scusa del coronavirus”, secondo molti pura e semplice invenzione.

Coronavirus, in Veneto spot shock contro gli aperitivi

Chi è Cristian Aresu

La ‘carriera’ di Aresu è piena di presunte professioni che il sito bufale.net ha provveduto a smascherare con pochi click. Il ragazzo è passato da farmacista a infermiere, per poi diventare capopopolo. La realtà è che il 41enne non risulta iscritto ad alcun ordine, né quello dei Medici, né dei Farmacisti, né degli infermieri. Tra l’altro secondo alcuni quotidiani sarebbe anche percettore dell’indennità di disoccupazione Naspl. Dal suo profilo social risulta iscritto alla Sapienza di Roma (non si sa però se sia riuscito a terminare gli studi universitari) ed è un appassionato di videogiochi.

Tutte le notizie di Cronaca

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina