Cronaca
0

"Coronavirus, arriva la cura: c'è ottimismo su un farmaco con gli anticorpi"

Nato dalla collaborazione tra l’azienda farmaceutica Eli Lilly con AbCellera, è il primo potenziale farmaco specificatamente progettato per il Covid-19

© EPA

INDIANAPOLIS (Stati Uniti) - Arriva dagli Stati Uniti il primo potenziale trattamento contro il Coronavirus: è basato sull'anticorpo LY-COV555 (che era stato identificato dal Centro di ricerca sui vaccini dell'Istituto nazionale di allergie e malattie infettive), sviluppato in soli tre mesi dall'azienda farmaceutica Eli Lilly in collaborazione con AbCellera, è già stato sperimentato su alcuni pazienti e, tecnicamente il farmaco sarà utilizzabile tanto nella prevenzione quanto nella cura. I risultati sono previsti a stretto giro di posta (entro il 30 giugno). 

"Sarà importante per gli anziani"

Siamo impegnati a lavorare con i partner del settore per generare evidenze scientifiche in grado di soddisfare l’urgente necessità di trattamenti che riducano la gravità della malattia. I trattamenti con anticorpi, come quello qui studiato, promettono di essere contromisure efficaci contro questa infezione mortale”, ha dichiarato Mark J. Mulligan, direttore della divisione di malattie infettive e immunologia e direttore del Vaccine Center presso la NYU Langone Health. Per Daniel Skovronsky, Chief Scientific Officer e presidente di Lilly Research Laboratories, si tratta del "primo potenziale nuovo farmaco specificamente progettato per contrastare il virus. Le terapie con anticorpi come LY-CoV555 possono rivelarsi efficaci sia nella prevenzione che nel trattamento e possono essere particolarmente importanti per i gruppi più colpiti dalla malattia come gli anziani e le persone con sistema immunitario compromesso. Entro la fine del mese, esamineremo i risultati di questo primo studio sull’uomo e intendiamo avviare più ampi studi di efficacia".

[[smiling:124844]]

Tutte le notizie di Cronaca

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina