Cronaca
0

Coronavirus, folla alla riapertura dei pub inglesi: "Ma la pandemia c'è ancora"

Timori per gli impressionati assembramenti davanti ai locali di Londra. Il presidente della Police Federation lancia l'allarme sul mancato distanziamento sociale

Coronavirus, folla alla riapertura dei pub inglesi:
© EPA

LONDRA (Inghilterra) - Una vera e propria ressa, gente accalcata lungo le strade di Londra attorno ai pub e ai bar riaperti ieri dopo il lockdown, con una densità degna di nota anche in tempi pre-pandemia di Coronavirus: sono le immagini che compaiono oggi sui media britannici e che allarmano autorità ed esperti. Tra questi il presidente della Police Federation, John Apter, secondo cui "è assolutamente chiaro" che i clienti dei locali non rispettano le regole sul distanziamento in particolare dopo l'assunzione di alcol.

"Il Coronavirus non è scomparso"

La notte di bagordi è raccontata dalle foto scattate a Soho, il quartiere londinese dell'intrattenimento nel 'Super Saturday' britannico. E questo nonostante la prudenza cui aveva fatto appello alla vigilia della riapertura Chris Whitty, che guida le autorità sanitarie nel paese, ricordando che la pandemia "è tutt'altro che scomparsa", invitando a rispettare le regole sul distanziamento e sottolineando che le riaperture non sono un passo privo di rischi "per questo dobbiamo essere molto seri a riguardo". Alcuni pub, travolti dall'eccesso di presenze e di intemperanze, hanno anticipato la chiusura.

[[smiling:127695]]

Tutte le notizie di Cronaca

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina