Cronaca
0

Coronavirus, in Sardegna restano aperte le discoteche

Il governatore Solinas ha firmato un'ordinanza nella tarda serata di ieri e la scelta di tenere aperti questi locali è dettata dall'attuale situazione epidemiologica del contagio da Covid-19 nel territorio sardo

Coronavirus, in Sardegna restano aperte le discoteche
© ANSA

CAGLIARI -  In Sardegna restano consentite le serate in discoteca o altri locali notturni all'aperto, rispettando le misure anti-covid come il divieto di assembramento e l'obbligo di distanziamento interpersonale di almeno un metro (due se si accede sulla pista da ballo) a seconda della capienza massima del locale. Lo ha deciso il governatore Christian Solinas con un'ordinanza firmata a tarda sera. Nel provvedimento di legge che la scelta di tenere aperti questi locali è dettata dall'"attuale situazione epidemiologica del contagio da Covid-19 nel territorio sardo". La precedente ordinanza che aveva riaperto le discoteche ed altri locali all'aperto in Sardegna era scaduta lo scorso 31 luglio e non era stata prorogata immediatamente con decine di serate a rischio per il fine settimana di ferragosto. Con questo nuovo provvedimento il termine viene spostato al 31 agosto, salvo eventuali restrizioni in base alla curva dei contagi sul territorio. Lo svolgimento delle serate deve essere fatto sulla base della scheda tecnica "Discoteche" contenuta nelle "Linee guida per la riapertura della attività economiche, produttive e ricreative", allegate al Dpcm del 7 agosto scorso. Gli accessi saranno consentiti nella misura massima del 70% della capienza massima dei locali e il programma delle serate deve essere preventivamente comunicato settimanalmente alla locale stazione del Corpo forestale regionale. I controlli del rispetto delle prescrizioni anti covid saranno svolti oltre che dai forestali, anche dalla Polizia locale e dalle altre forze dell'ordine.

[[smiling:130718]]

Tutte le notizie di Cronaca

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina