Amanda Knox, battuta al veleno sull'Italia parlando delle presidenziali Usa

La donna, imputata e poi assolta per l'omicidio di Meredith Kercher nel 2007, non dimentica gli anni difficili nel nostro Paese
Amanda Knox, battuta al veleno sull'Italia parlando delle presidenziali Usa

SEATTLE (Stati Uniti) - Mentre Donald Trump e Joe Biden lottano all’ultimo voto per la poltrona di presidente degli Stati Uniti, Amanda Knox si lascia sfuggire una battuta di dubbio gusto sulle presidenziali americane: “Qualsiasi cosa accada, i prossimi quattro anni non potranno essere peggiori dei quattro anni che ho passato a studiare in Italia, giusto?”, le parole su Twitter della donna, che nel 2007, quando era studentessa a Perugia, fu accusata di aver aiutato l’allora fidanzato Raffaele Sollecito a uccidere la compagna di stanza Meredith Kercher. Condannata in primo grado e finita in carcere, la Knox venne poi assolta in appello e Cassazione. Da quando è tornata negli Stati Uniti, dove lavora come giornalista e conduttrice di podcast, la Amanda Knox, 33 anni, non ha avuto paura di addentrarsi in argomenti controversi.

Commenti