"Il Covid non è nato in Cina: arriva da un altro posto"

Il governo cinese nega che la pandemia sia scoppiata nella città di Wuhan. Ecco la curiosa ipotesi
"Il Covid non è nato in Cina: arriva da un altro posto"© EPA

PECHINO (CINA) - Il governo cinese smentisce che il Coronavirus abbia avuto origine a Wuhan. Non solo, le autorità del Paese asiatico hanno addirittura vietato ai medici della città di Wuhan di dare notizie circa i primi casi riscontrati nella prima fase della pandemia. In Cina sostengono che il virus sarebbe in circolazione già da tempo, anche fuori i confini nazionali, e potrebbe addirittura essere frutto dell'importazione di alimenti surgelati.

Il murales contro il Coronavirus nasce in Portogallo
Guarda la gallery
Il murales contro il Coronavirus nasce in Portogallo

Cina: "Ecco l'origine del Coronavirus"

Una spiegazione sorprendente che arriva direttamente dal giornale ufficiale del Partito comunista, People's Daily. Zeng Guang, epidemiologo capo del China Center for Disease Control, aggiunge: "Quando e dove ha iniziato a circolare il virus? La ricerca del virus non può rispondere a tutte le domande, ma è molto probabile che il virus sia esistito in diversi punti prima di essere rilevato a Wuhan". Tornando ai prodotti surgelati, la Cina ha svolto degli studi recenti che hanno confermato come tracce di virus fossero già presenti in essi, pertanto ha applicato nuove regole, più stringenti, sull'importazione di prodotti surgelati. Come se non bastasse, il più grande mercato all'ingrosso di Pechino ha addirittura vietato la vendita di questi alimenti dopo l'annuncio di queste scoperte. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), al momento, ha smentito che la provenienza del Coronavirus possa derivare dal packaging o dal cibo, ma in Cina non hanno dubbi. 

Commenti