Emilia Romagna in zona rossa: Bonaccini furioso

Il presidente contro l'ipotesi del Governo: "Nuovi criteri? Nessuno l'ha chiesto". Ecco le altre regioni a rischio
Emilia Romagna in zona rossa: Bonaccini furioso© ANSA

ROMA - Con l'inserimento dei nuovi criteri per valutare il livello di rischio pandemico in una regione, l'Emilia Romagna diventerebbe automaticamente zona rossa. Una decisione che ha fatto infuriare il presidente della Regione Stefano Bonaccini, che è anche alla guida della Conferenza delle Regioni: l'organo che dialoga con il Governo nella gestione di questa difficile e lunga emergenza santaria da coronavirus.

Covid e Regioni, Zona Bianca tormentone sui social
Guarda la gallery
Covid e Regioni, Zona Bianca tormentone sui social

La furia di Bonaccini

Bonaccini ha espresso tutta la sua contrarietà alla possibilità più che concreta che nel nuovo DPCM al vaglio del Governo venga inserio il livello di incidenza dei contagi sui 100mila abitanti, come chiesto dal comitato tecnico scientifico. Se il tasso supera la soglia dei 50 in sette giorni, o dei 250 in una settimana scatterebbe automaticamente il passaggio in zona rossa. "Quel limite non l'ha chiesto nessuna regione e, se volete la mia impressione, non entrerà fra quelli utilizzati per decidere la colorazione o lo spostamento delle Regioni", ha dichiarato lo stesso Bonaccini. Le altre regioni a rischio zona rossa, oltre l'Emilia Romagna, sono Veneto, Friuli Venezia Giulia, le Marche e la provincia di Bolzano.

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti