Crisanti: Mix vaccini covid? Non sappiamo se è sicuro

Il micorbiologo dell'Università di Padova resta scettico sulla decisione di somministrare la seconda dose a mRna agli under 60 che abbiano ricevuto una prima dose di Astrazeneca
Crisanti: Mix vaccini covid? Non sappiamo se è sicuro© ANSA
TagsVacciniCrisanti

ROMA - Dopo la decisione di somministrare la dose di vaccino a mRna agli under 60 che abbiano ricevuto una prima dose di Astrazeneca, sono diverse le reazioni che arrivano dal mondo scientifico. Al momento non ci sono sufficienti studi sulla combinazione di due vaccini anti Covid diversi, con il microbiologo dell'Università di Padova Andrea Crisanti che dichiara: "Nessuno lo può dire se il mix sia sicuro. Sicuramente i dati sulla seconda dose di Astrazeneca ci sono, sulla vaccinazione 'eterologa' no; magari funziona, magari ha dei problemi. Dovrebbero pronunciarsi gli enti regolatori e tutti gli altri dovrebbero fare un passo indietro. Senza i dati non ci si vaccina". 

Crisanti: "Mix vaccini? Non sappiamo se è sicuro"

Questo il monito di Crisanti che prosegue: "Mi chiedo: ma come fa il Cts ad approvare questa pratica di somministrare Astrazeneca agli under 60 quando sia l'Ema che il Cts stesso dicono che preferenzialmente deve essere dato agli over 60? 'Preferenzialmente' significa in preferenza, in assenza di alternative. Ora, siccome le alternative c'erano, non si doveva fare, punto. Era tutto chiarissimo. Toti ha mostrato la lettera del Cts che dice che non ci sono obiezioni. Se è vero, il Cts deve assumersi la responsabilità di questa cosa". In chiusura il micorbiologo aggiunge: "L'Italia è sicuramente vulnerabile alle varianti perchè ha meno vaccinati di paesi come il Regno Unito, fa meno tamponi e ha praticamente abbandonato il controllo alla frontiera e di tracciamento. Poi, se si verificherà o meno l'impennata nessuno lo sa". 

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti