Dalle giovanili di Roma e Verona al carcere: arrestato il 20enne Diaby

Il giovane è stato fermato dalla polizia per un sequestro avvenuto nel dicembre 2022 a Ponte Milvio
2 min

Nuovi guai per Aboudramane Diaby, 20enne calciatore svincolato con un passato nel settore giovanile della Roma, dove ha militato nella formazione under 17 allenata da Piccareta. Nato a Roma nel 2003, difensore centrale di belle speranze fino all'anno scorso, Diaby ha maturato anche una esperienza nella Primavera del Verona, dove era passato nel 2020 nell'ambito dell'affare Kumbulla, e nell'Imolese, arrivando al debutto in Serie C nel settembre 2022. Il calcio non gli è servito per evitare brutte strade, tant'è che proprio nelle ultime ore è stato arrestato con un complice per un sequestro avvenuto nel dicembre del 2022 a Ponte Milvio. 

Diaby arrestato: cosa è successo

Seco ndo l'accusa, la notte tra il 22 e il 23 dicembre del 2022, in un locale a Ponte Milvio, Diaby e un'altra persona sequestrarono a scopo d'estorsione Danilo Valeri, 20enne figlio di Maurizio Valeri, narcotrafficante attivo nella zona di San Basilio. Ieri, gli investigatori della squadra mobile della questura di Roma, con il servizio centrale operativo, coordinati dal sostituto procuratore della Dda di Roma, Mario Palazzi hanno arrestato due dei presunti responsabili del rapimento, tra i quali l'ex calciatore di Roma e Verona. Diaby, di nazionalità italiana, era rimasto coinvolto anche nel marzo 2023 in una vicenda di droga, quando venne trovato in possesso di sostanze stupefacenti (160 grammi di hashish, 2 grammi di cocaina e 60mila euro in contanti) che gli costarono gli arresti domiciliari. Diaby ieri è stato raggiunto dalla misura cautelare mentre si trovava agli arresti domiciliari per la precedente vicenda di droga. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti