GF Vip, Signorini contro Raz Degan: "La sua richiesta è la vera spazzatura"

Il giornalista e conduttore tv ha duramente replicato all'attore israeliano che ha criticato pesantemente il reality show di Canale 5
GF Vip, Signorini contro Raz Degan: "La sua richiesta è la vera spazzatura"© Mediaset
TagsGrande Fratello VipAlfonso Signorini

Continua a far discutere il duro sfogo di Raz Degan contro il Grande Fratello Vip. "Girano articoli che dovrei entrare in una casa piena di spazzatura, che neanche il più grosso camion dello spurgo riuscirebbe a pulire o scrostare. É solo fake news… passiamo avanti", ha scritto su Instagram. L'ex di Paola Barale ha inoltre negato di aver chiesto alla produzione del programma ben 500 mila euro per soli 30 giorni di permanenza. "Il virus delle fake news continua a mutare: è arrivata la variante DELTA-MAGGIO...sempre più insidiosa. 500k? Neanche per un milione! ahahahah La dignità non è in vendita e la spazzatura si dimostra un problema quotidiano. Il giorno dopo c'è sempre una busta da buttare", ha assicurato Degan. Diversa, invece, la versione di Alfonso Signorini, che si è scagliato contro l'attore sulle pagine del settimanale Chi.

La replica di Alfonso Signorini a Raz Degan

"Penso che la vera spazzatura sia volere parecchie centinaia di migliaia di euro per un solo mese di permanenza nella Casa del Grande Fratello, come ha chiesto poche settimane fa il “signor” Degan a Mediaset. Richiesta rispedita giustamente al mittente. A quanto pare tutti quei soldi avrebbero avuto il magico potere di ripulire tutta la Casa", ha fatto sapere Alfonso Signorini, che ha così confermato i gossip sul presunto cachet chiesto da Raz Degan. Al momento l'ex modello non ha ancora replicato all'attacco del conduttore del Grande Fratello Vip. Nel 2017 Degan ha partecipato all'Isola dei Famosi, dove si è distinto per il suo carattere ribelle e anticonformista.

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti