Il raptus di Al Bano Carrisi: "Ho spaccato tutto il ristorante"

La confessione del cantante di Cellino San Marco a Oggi è un altro giorno di Serena Bortone
Il raptus di Al Bano Carrisi: "Ho spaccato tutto il ristorante"© ANSA

Rivelazione choc di Al Bano Carrisi in diretta tv. A Oggi è un altro giorno, il programma di Serena Bortone in onda su Rai Uno, il cantante ha ricordato gli anni della sua gioventù, quando non era ancora famoso in tutto il mondo e si era da poco trasferito a Milano. "Mi dicevano terrone. Io non capivo cosa mi stessero dicendo, quella lingua, che dopo un po’ mi divenne anche simpatica. Una volta, però, mi hanno fatto arrabbiare tantissimo. Ho spaccato un intero ristorante in piazza Duomo. Lavoravo lì e mi avevano scambiato per uno schiavetto, mi facevano lavorare senza sosta. Avevo fatto 6 mesi senza un giorno di riposo. Un giorno ho sentito dei discorsi che non mi piacevano e ho reagito come non avrei dovuto”.

L'infanzia contadina

Sulla sua infanzia vissuta a Cellino San Marco, in Puglia, Al Bano ha ammesso: "Il bidello mi disse che ero figlio di contadini e mi chiese dove volessi andare. Era quasi una croce sulle spalle essere di umili origini, come andare sul monte Golgota. Devo dire, però, che dopo essere arrivato a Milano ho letto e sentito tanto Papa Giovanni Paolo XXIII, che parlava della sua famiglia contadina. Mi ha dato una grinta e una carica dentro incredibili. Se io sono nato in quell’ambiente, cosa ho fatto di male? Io sono stato più ricco in quel periodo che non dopo”.

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti