Corriere dello Sport

Basket

Vedi Tutte
Basket

Hackett & Cincia, cambio della guardia

Hackett & Cincia, cambio della guardia

Parlano i due playmaker dalle comuni origini pesaresi. Andrea entro il 10 decide se andare al posto di Daniel, che ci prova con l'NBA

 

lunedì 6 luglio 2015 11:54

PESARO - Andrea Cinciarini e Daniel Hackett, di gran lunga i due migliori playmaker che l'Italia possa schierare ai prossimi Europei, hanno origini comuni: anche se nati rispettivamente a Cattolica e Forlimpopoli entrambi sono pesaresi doc, cresciuti nel vivaio VL, e restano legatissimi alla loro città.

Quasi coetanei, i due play azzurri si sono ritrovati sul campetto della loro infanzia, quello - conosciutissimo a Pesaro - del Basket Giovane, sul lungomare, per partecipare a un'evento di basket e solidarietà (foto). Entrambi nell'occasione hanno parlato al CorSport del proprio futuro. Con il "Cincia" che da giorni sembra vicinissimo a prendere il posto proprio di Hackett nel ruolo di play di Milano.

«Mi prendo ancora qualche giorno per pensarci - ha detto Andrea - ma deciderò entro il 10 luglio. Sono ancora il capitano di Reggio Emilia, a cui devo tantissimo. Reggio è come casa mia, siamo arrivati a un soffio dal sogno, ma non so se ci sarà la possibilità di ripetersi a un livello così alto. Milano sarebbe una scelta di carriera: tornerei in Eurolega».

Andrea in realtà l'Eurolega l'aveva già fatta con Cantù, ma col livello di maturità raggiunto ora, all'Armani sarebbe un'altra cosa. «Parlerò con Daniel, certo... E' anche colpa sua - scherza, rivolto al vecchio amico in uscita dall'Olimpia - se loro avessero battuto Sassari in semifinale ora sarebbe in Eurolega anche Reggio...»

Per parte sua, Hackett ha parlato della chiusura del suo ciclo milanese e dei suoi piani per il futuro. «Ho chiuso non solo con Milano, ma con l'Italia. Ritengo giusto mettermi alla prova e tentare una nuova esperienza. Andrò a Las Vegas per una serie di allenamenti privati con i Knicks, poi spero di fare la summer league e le proverò tutte, ma proprio tutte, per strappare un posto in NBA. Altrimenti ascolterò le offerte che ci saranno dall'Europa».

Oltre al Barcellona, per Hackett si parla ora di un forte interessamento del Panathinaikos, dove si è appena insediato in panchina Sale Djordjevic.

Per Approfondire

Commenti