Basket, è ora di copiare il volley in Tv

Basket, è ora di copiare il volley in Tv© ANSA
2 min
Andrea Barocci

Quanti credevano che l’Italia potesse uscire indenne dalla sfida con la Serbia di Jokic, MVP nella NBA negli ultimi due anni? E quanti avrebbero mai immaginato che gli azzurri, contro la Francia, potessero arrivare a 16” dalla fine sopra di 2 punti, gettando al vento la vittoria per i due liberi falliti da Fontecchio?

Pochi, pochissimi. Tra questi ultimi sicuramente ci sono Melli, i suoi compagni, e Pozzecco, il più imprevedibile, anticonvenzionale e naif ct della storia del nostro basket. Solo per questo la Nazionale merita il giusto rispetto. Senza però dimenticare problemi, errori ed eccessi che hanno caratterizzato il cammino europeo, tra Milano e Berlino. A noi comunque è piaciuto vedere ieri un Poz capace di controllare il suo carattere impulsivo, a vantaggio di una ottima gestione della gara. Gettato nell’arena del grande basket con esperienza relativa a questi livelli, il ct è incappato in errori e indecisioni, ma anche alcune felici intuizioni, non solto dal punto di vista motivazionale.
Ora non gli resta che trasformare tutto ciò in un bagaglio di esperienza che sarà fondamentale per il futuro del basket italiano. Perché da oggi in poi la Nazionale è pronta ad accogliere ragazzi che potrebbero portarla a livelli solo sfiorati in queste ultime stagioni. Paolo Banchero, prima scelta assoluta NBA dei Magic, un fenomeno come pochi, cambierà sotto canestro il volto e le potenzialità della pallacanestro azzurra; Procida e Spagnolo, già entrati nel giro della Nazionale, porteranno talento, mezzi atletici e gioventù; Baldasso, nel quale Pozzecco ha dimostrato di credere portandolo agli Europei, ha fisico e personalità per stupire anche lontano da Milano.
Siamo alle porte di un cambiamento epocale per la pallacanestro italiana: tutti questi ragazzi hanno bisogno di una linea tecnica ben definita che possa aiutarli ad inserirsi in un gruppo, quello attuale, che ha messo in mostra qualità e valori da trasmettere. E poi, siamo d’accordo con Pozzecco: la Fip deve fare qualcosa in più non disperdere quanto fatto dagli azzurri in questi giorni. Magari dando la possibilità di vedere le gare della Nazionale, oltre che sull’ottima e preziosa Sky, anche in chiaro sulla Rai. Come fa il volley con risultati di audience eccezionali...


Commenti