Eurocup, Menetti: "Capolavoro di cuore e mentalità"

Il coach della Grissin Bon Reggio Emilia ha elogiato il lavoro fatto dai suoi contro lo Zenit San Pietroburgo
Eurocup, Menetti: "Capolavoro di cuore e mentalità"© LaPresse

ROMA - All'indomani del pesantissimo successo ottenuto contro i russi dello Zenit San Pietroburgo, il morale in casa della Grissin Bon Reggio Emilia, approdata in semifinale di Eurocup, è comprensibilmente alle stelle. Il primo ad aver elogiato l'ottimo lavoro fatto con cuore e mentalità dai suoi ragazzi è stato lo stesso coach Max Menetti che nel dopo gara ha espresso tutta la sua soddisfazione: «Abbiamo fatto un capolavoro per tre motivi principali: il primo è l'organizzazione che tutto il club ha mostrato, il secondo è la mentalità che lo staff tecnico ha saputo trasmettere e il terzo è il cuore che i ragazzi hanno messo in campo. Tutto questo parte da lontano: in stagione siamo partiti con sei sconfitte e adesso parliamo di una semifinale europea che giocheremo contro una squadra che tre anni fa ha fatto le Final Four di Eurolega. Non ci siamo mai pianti addosso e lamentati degli infortuni, ma siamo rimasti uniti e adesso siamo riusciti a giocare questa grande partita.»

OSTACOLO KUBAN - Il prossimo scoglio da superare per Reggio si chiama Lokomotiv Kuban, una squadra in cui militano tre vecchie conoscenze del campionato italiano come Joe Ragland, Frank Elegar e Trevor Lacey e che in questa stagione di Eurocup ha vinto tutte e 18 le partite disputate. Il cuore e l0orgoglio di Reggio però potrebbero portare all'ennesima impresa dei biancorossi che martedì andranno in Russia per giocare il primo atto di una serie al meglio delle tre gare. Sognare è lecito e non costa nulla.  

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti