Basket, Eurolega, l'Olimpia Milano sfida Darussafaka. Pianigiani: «Gara atipica, serve un blitz»
Eurolega
0

Basket, Eurolega, l'Olimpia Milano sfida Darussafaka. Pianigiani: «Gara atipica, serve un blitz»

Di fronte i due migliori marcatori, James e Douglas. L'Armani senza Tarczweski e Gudaitis. Il tecnico promette: «Atteggiamento e mentalità sono un nostro patrimonio»

MILANO - "Sarà una partita atipica. Vedremo una versione dell'Olimpia che non conosciamo nemmeno noi. Dobbiamo portare a casa un blitz". Così Simone Pianigiani presenta la sfida tra l'Olimpia Milano e il Darussafaka per la 22ma giornata di Eurolega. I turchi, benché ultimi in classifica, hanno perso dieci partite con uno scarto inferiore ai cinque punti. Si presentano a Milano con un assetto molto diverso rispetto alla vittoria dell'Armani all'andata, perché a dicembre si è aggiunto al roster Toney Douglas, secondo miglior marcatore di questa edizione di Eurolega dietro Mike James. Ma oltre al duello fra i topscorer, avverte Pianigiani, c'è di più.

PARLA PIANIGIANI - Milano arriva alla sfida sull'onda del successo contro Gran Canaria e della sconfitta a tavolino contro Pistoia in Serie A per l'utilizzo di Nunnally, che avrebbe dovuto scontare una giornata di squalifica pendente. "Per noi è una partita inedita, la prima in cui ci presentiamo senza Tarczweski e Gudaitis, abbiamo il solo Omic come lungo che può essere a disposizione nel reparto lunghi" spiega Pianigiani. Il tecnico dell'Armani teme proprio i lunghi, punto di forza dei turchi che rispetto all'andata hanno anche cambiato allenatore e si sono affidati a Ernak Selcuk. "Il nuovo tecnico e la presenza di un giocatore come Douglas hanno portato a un cambiamento di responsabilità e distribuzione" ha spiegato Pianigiani. "Douglas gioca più della metà di situazioni di pick and roll. Loro domenica han perso al supplementare con l'Efes e ha avuto il tiro per vincere. Sono molto migliorati, hanno una presenza lunghi pericolosa, sono tra i migliori nei rimbalzi offensivi: ne prendono uno ogni tre tiri". 

LE CHIAVI DEL MATCH - Il confronto oppone il migliore e il peggior attacco di Eurolega. James guida Milano con 20.3 punti di media, 7.2 assist e 1.5 palle rubate. Douglas, nelle undici partite in cui è sceso in campo, sempre nel quintetto iniziale, ha risollevato i turchi con 15.5 punti e 4.6 assist a partita. Per far valere la superiorità in attacco, Milano dovrà superare una difesa che spicca per stoppate, 3.9 a partita, la più alta in Eurolega.

DUBBI DI FORMAZIONE - L'Olimpia, che ha battuto Darussafaka in tutti i tre precedenti, ha un po' gli uomini contati, ammette coach Pianigiani. C'è da verificare Barnes, che non si è allenato per il problema alla caviglia che ha avuto a Gran Canaria, e Cinciarini, che è a letto con la febbre altissima. Il piano però rimane lo stesso che ha portato alla vittoria a Las Palmas. "Dobbiamo considerare la partita come una prosecuzione del secondo tempo di Gran Canaria - ha dichiarato -. Allora non ci siamo preoccupati di come eravamo accoppiati, abbiamo cercato di produrre a prescindere. Voglio che sia una partita di mentalità e atteggiamento che devono essere il nostro patrimonio. Quello che deve appartenere a un club con il nostro passato, il nostro presente, il nostro futuro".

Pianigiani: "Contro il Darussafaka gara pericolosa"

Vedi tutte le news di Eurolega

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti