Eurolega, l'Olimpia Milano sfida il Khimki. Pianigiani: «Sfida dura»

I russi recuperano la stella Alexey Shved. «Il loro assetto sarà ancora più indecifrabile» ha ammesso il tecnico nel presentare il match
Eurolega, l'Olimpia Milano sfida il Khimki. Pianigiani: «Sfida dura»© LAPRESSE

MILANO - Una sfida da non sbagliare. L'Olimpia Milano vola domani a Mosca per sfidare il Khimki, dodicesimo in Eurolega. I russi hanno ottenuto 9 vittorie, l'Armani dodici. Ma nella zona di mezzo, a cavallo degli ultimi post per i play off, la classifica è cortissima e ogni sconfitta  può cambiare tutto. Giovedì, per il 24° turno di Eurolega (palla a 2 alle 18 ora italiana), lo scontro diretto potrebbe definitivamente rilanciare la candidatura dell'Olimpia per un posto alle finali. I russi recuperano Alexey Shved, stella da oltre 25 punti di media a partita, che ha saltato 14 incontri di fila. E questo, ha detto il coach Pianigiani, nel consueto video di presentazione sul canale Youtube del club, "rende il loro assetto ancora più imprevedibile".

LA PRESENTAZIONE DI PIANIGIANI - Sarà una partita difficile da incasellare, ha detto Pianigiani. "Loro sono una squadra importante, con l'ossatura dell'anno scorso e han fatto i play off". Il Khimki, che ha centrato i play off l'anno scorso e a inizio stagione puntava alle Final Four di Eurolega, ha cambiato allenatore rispetto alla gara d'andata, sostituendo Giorgios Bartzokas con il lituano Rimas Kurtinatis, quasi un’istituzione. E da qualche settimana ha perso definitivamente anche Anthony Gill, che era terzo assoluto nel tiro da due punti, oltre il 70%.

Shved, ha sottolineato Pianigiani, "è un giocatore che crea per sé e per gli altri" ma non è l'unico aspetto su cui si concentra il tecnico, preoccupato soprattutto dalla versatilità del Khimki nel reparto lunghi. Con Jordan Mickey e Malcolm Thomas, che nelle ultime tre partite hanno messo a referto 38 punti di media in due, "hanno due tagli importanti e possono attaccarti anche vicino a canestro e nell'uno contro uno. Dovremo adeguarci e migliorare la nostra nuova dimensione, nelle soluzioni e usare tutto quel che è possibile per difenderci con gli esterni. Dobbiamo giocare una partita accorta per togliere loro ritmo e sviluppare noi una trama offensiva che porti, se possibile, loro ad adattarsi a noi".

JAMES, SIMBOLO DI MILANO - Mike James, 20.1 punti di media in Eurolega, è senza dubbio il leader dell'Olimpia. E' anche il nuovo primatista per maggior numero di punti segnati in una sola stagione di EuroLeague nella storia del club, 463. James, a 48 punti dai 1.500 in carriera, mantiene una striscia di 30 partite consecutive in doppia cifra.

LA CHIAVE - Il Khimki concede molto in difesa, ha incassato 65 punti nel solo primo tempo la scorsa settimana contro il Panathinaikos, uno in meno del record negativo all-time in Eurolega. Il ritorno di Shved dovrebbe cambiare anche la gestione del possesso offensivo, con Dee Bost e Stefan Markovic presumibilmente coinvolti nel dettare il ritmo. L'Olimpia, però, può contare sui 39.5 rimbalzi di media senza Gudaitis, segno della rinnovata efficienza e compattezza difensiva cui ha fatto riferimento Pianigiani. In attacco, Kaleb Tarczewski e Alen Omic possono sfruttare il mismatch fisico con la difesa russa tanto a canestro quanto a rimbalzo. E spostare gli equilibri di una partita difficile da decifrare.

Pianigiani: "Non guardiamo la classifica"
Guarda il video
Pianigiani: "Non guardiamo la classifica"

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti