Eurolega, l'Olimpia Milano sfida il Khimki. Pianigiani: «Sfida dura»
© LAPRESSE
Eurolega
0

Eurolega, l'Olimpia Milano sfida il Khimki. Pianigiani: «Sfida dura»

I russi recuperano la stella Alexey Shved. «Il loro assetto sarà ancora più indecifrabile» ha ammesso il tecnico nel presentare il match

MILANO - Una sfida da non sbagliare. L'Olimpia Milano vola domani a Mosca per sfidare il Khimki, dodicesimo in Eurolega. I russi hanno ottenuto 9 vittorie, l'Armani dodici. Ma nella zona di mezzo, a cavallo degli ultimi post per i play off, la classifica è cortissima e ogni sconfitta  può cambiare tutto. Giovedì, per il 24° turno di Eurolega (palla a 2 alle 18 ora italiana), lo scontro diretto potrebbe definitivamente rilanciare la candidatura dell'Olimpia per un posto alle finali. I russi recuperano Alexey Shved, stella da oltre 25 punti di media a partita, che ha saltato 14 incontri di fila. E questo, ha detto il coach Pianigiani, nel consueto video di presentazione sul canale Youtube del club, "rende il loro assetto ancora più imprevedibile".

LA PRESENTAZIONE DI PIANIGIANI - Sarà una partita difficile da incasellare, ha detto Pianigiani. "Loro sono una squadra importante, con l'ossatura dell'anno scorso e han fatto i play off". Il Khimki, che ha centrato i play off l'anno scorso e a inizio stagione puntava alle Final Four di Eurolega, ha cambiato allenatore rispetto alla gara d'andata, sostituendo Giorgios Bartzokas con il lituano Rimas Kurtinatis, quasi un’istituzione. E da qualche settimana ha perso definitivamente anche Anthony Gill, che era terzo assoluto nel tiro da due punti, oltre il 70%.

Shved, ha sottolineato Pianigiani, "è un giocatore che crea per sé e per gli altri" ma non è l'unico aspetto su cui si concentra il tecnico, preoccupato soprattutto dalla versatilità del Khimki nel reparto lunghi. Con Jordan Mickey e Malcolm Thomas, che nelle ultime tre partite hanno messo a referto 38 punti di media in due, "hanno due tagli importanti e possono attaccarti anche vicino a canestro e nell'uno contro uno. Dovremo adeguarci e migliorare la nostra nuova dimensione, nelle soluzioni e usare tutto quel che è possibile per difenderci con gli esterni. Dobbiamo giocare una partita accorta per togliere loro ritmo e sviluppare noi una trama offensiva che porti, se possibile, loro ad adattarsi a noi".

JAMES, SIMBOLO DI MILANO - Mike James, 20.1 punti di media in Eurolega, è senza dubbio il leader dell'Olimpia. E' anche il nuovo primatista per maggior numero di punti segnati in una sola stagione di EuroLeague nella storia del club, 463. James, a 48 punti dai 1.500 in carriera, mantiene una striscia di 30 partite consecutive in doppia cifra.

LA CHIAVE - Il Khimki concede molto in difesa, ha incassato 65 punti nel solo primo tempo la scorsa settimana contro il Panathinaikos, uno in meno del record negativo all-time in Eurolega. Il ritorno di Shved dovrebbe cambiare anche la gestione del possesso offensivo, con Dee Bost e Stefan Markovic presumibilmente coinvolti nel dettare il ritmo. L'Olimpia, però, può contare sui 39.5 rimbalzi di media senza Gudaitis, segno della rinnovata efficienza e compattezza difensiva cui ha fatto riferimento Pianigiani. In attacco, Kaleb Tarczewski e Alen Omic possono sfruttare il mismatch fisico con la difesa russa tanto a canestro quanto a rimbalzo. E spostare gli equilibri di una partita difficile da decifrare.

Pianigiani: "Non guardiamo la classifica"

Vedi tutte le news di Eurolega

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti