Eurolega, Pianigiani carica l'Olimpia Milano: «Un privilegio giocare per i playoff»
© LAPRESSE
Eurolega
0

Eurolega, Pianigiani carica l'Olimpia Milano: «Un privilegio giocare per i playoff»

L'Armani impegnata mercoledì in casa del Real campione d'Europa. «Sono la squadra più completa, ma daremo tutto» dice il tecnico dell'Armani. Attesa per il duello Llull-James 

MILANO - “Sappiamo come ci aspetta. Giocheremo contro tre delle prime quattro della classifica e contro la squadra forse più in forma del momento, ma trovarci in zona playoff a questo punto della stagione è un grande privilegio. Daremo tutto anche a Madrid”. Coach Simone Pianigiani non si nasconde le difficoltà della penultima trasferta dell'Olimpia Milano in Eurolega. Al WiZink Center, in casa del Real Madrid campione d'Europa, quest'anno ha vinto solo il CSKA.

 

Eurolega, Pianigiani: "Playoff? E' durissima"

I PUNTI DI FORZA DEL REAL - “Il Real in attacco può giocare in tanti modi, ha grandi interpreti del pick and roll, miriadi di tiratori che possono allargare il campo e con Jaycee Carroll e Rudy Fernandez sanno usare le uscite dai blocchi come nessun altro. Nessuno ha tiratori di quel livello e con quella velocità di esecuzione. Infine possono variare assetto usando i lunghi che hanno in base alle esigenze” ha spiegato Pianigiani. Il Real, già sicuro di avere il vantaggio nel fattore campo nei playoff, festeggia Felipe Reyes, terzo realizzatore e miglior rimbalzista offensivo dell'Eurolega, che diventerà contro Milano il primatista di presenze superando le 342 di un'altra icona del basket spagnolo, Juan Carlos Navarro. Coach Laso, chiamato domenica allo scontro diretto per il primo posto contro il Barcellona, recupera il miglior realizzatore di squadra Anthony Randolph (che segna almeno una tripla da 15 partite di fila) e Gustavo Ayon, centro con il più elevato bottino di assist in questa Eurolega.

IL PIANO DI PIANIGIANI - “Noi non possiamo certo pensare ad una partita di grande fisicità contro di loro” ha ammesso il tecnico dell'Armani Exchange. “Dovremo giocare la nostra partita con le nostre caratteristiche, a viso aperto. In una settimana come questa magari non avremo nelle gambe il ritmo che vorremmo, ma cercheremo di essere abbastanza bravi da restare aggrappati alla partita quando loro piazzeranno uno di quei parziali che riescono a produrre sempre. Dovremo leggere le situazioni, restare agganciati e vedere se nel finale ci saranno le condizioni perché succeda qualcosa”. Con una certezza: solo l'Olimpia e il CSKA hanno medie punti più alte del Real in questa edizione.

I NUMERI - L’Olimpia si presenta alla quinta e ultima settimana col doppio impegno della stagione europea con sei vittorie nelle ultime sette in ha vinto sei delle ultime sette gare, perdendo solo a Mosca con il CSKA.  All'andata Milano sfiorò l'impresa, riuscì anche a costruire un vantaggio di 15 punti, ma non bastò per battere la regina delle Final Four: ne ha giocate cinque, il Real, nelle ultime sei stagioni. A Madrid, l'Olimpia ha vinto solo una volta, 62-61 in Uleb Cup nel 2003-04.

IL DUELLO – Potrebbe essere determinante la sfida a distanza tra Sergio Llull, cuore e anima del Real (10.7 punti e 4.1 assist di media), e Mike James di gran lunga miglior realizzatore dell'Eurolega, unico giocatore a mantenere 20 punti di media quest'anno, cui aggiunge e 6.8 rimbalzi.

LE CHIAVI – In una sfida tra due attacchi particolarmente efficaci, la differenza potrebbero farla le difese. Milano, che pure mantiene 6.6 palle rubate a partita, è penultima per punti concessi. Contro il Real, leader per valutazione (106), assist (20.3) e rimbalzi (36.4) medi di squadra, Milano dovrà giocare la partita perfetta.

Vedi tutte le news di Eurolega

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti