Basket, Eurolega: l'Olimpia si arrende al Fenerbahce
© Ciamillo
Eurolega
0

Basket, Eurolega: l'Olimpia si arrende al Fenerbahce

La squadra di Melli e Datome si impone 90-104. Nell'Armani non basta un grande Nunnally. Delude James. La corsa ai playoff si fa durissima

MILANO - Si fa sempre più difficile la corsa in Eurolega dell'Olimpia Milano. La squadra di Pianigiani cade in casa 90-104contro il Fenerbahce di Melli e Datome, 6 e 12 punti rispettivamente, nella penultima giornata di regular season. La corsa ai playoff ora non dipende più solo dal risultato dell'Armani contro l'Efes. Delude James, brilla Nunnally autore di una prestazione da 26 punti e 33 di valutazione. Fanno la differenza i 23 punti di Dixon e i 22 di Kalinic che spingono i turchi verso la decima vittoria consecutiva sull'Olimpia Milano.

SCENARIO PLAYOFF - Milano, sconfitta contro Cremona nell'ultima di campionato, può ancora centrare i playoff vincendo a Istanbul contro l'Efes, a patto che l'Olympiacos perda una delle prossime due partite (gioca in casa con lo Zalgiris e il Darussafaka). Milano sarebbe favorita anche in caso di arrivo a tre con Olympiacos e Bayern. Sarebbe, però, necessario che Zalgiris e Maccabi perdano l'ultima partita (Kaunas gioca a Madrid, il Maccabi a Istanbul con il Fenerbahce). Gli arrivi a quattro (Milano, Bayern, Olympiacos più una tra Maccabi o Zalgiris) premierebbero sempre israeliani o lituani. 

Eurolega, la classifica

LA PARTITA - Milano tira peggio da due e meglio da tre. Il Fenerbahce però è praticamente infallibile ai liberi e chiude con 107 di valutazione di squadra contro l'86 complessivo dell'Olimpia che perde sette palle nel primo quarto e pasticcia troppo in attacco. Resta aggrappata agli avversari in avvio, grazie soprattutto alle prove di Micov e Tarczewski. Dixon brilla nel quintetto ospite che allunga in avvio di secondo periodo col canestro da sotto di Kalinic per il 17-24. Il Fenerbahce, sempre in finale negli ultimi tre anni, conferma al Mediolanum Forum perché sia diventata due anni fa la prima squadra turca a conquistare il trono europeo nel basket. Zeljko Obradovic, l'allenatore più titolato in Europa, ha costruito una squadra a ritmi molto più bassi dell'Olimpia ma è prima in Eurolega nel tiro da due e terza nel tiro da tre. La forza dei turchi è nella difesa: subisce meno punti di tutti e tiene le avversarie al 35% circa dall’arco. Nunnally tiene su l'Olimpia e firma l'aggancio sul 30-30, ma è un'illusione breve subito cancellata dalla tripla di Mahmutoglou. Guduric, che ha una percentuale superiore al 63% da due e al 45% da due, in forte dubbio per una distorsione alla caviglia destra sofferta in campionato contro il Tofas, piazza la tripla del +10 al tramonto del primo tempo.

La quarta di Dixon, che segna 18 punti e serve cinque assist nei primi due quarti, porta il Fenerbahce avanti 42-52 all'intervallo lungo. James e Nedovic (0 punti in 21' in due) tradiscono l'Olimpia che colleziona 12 palle perse e si tiene su grazie a Nunnally (13 punti) e Jerrels (11). Melli e Datome, che ha vinto l'Eurolega nel 2017 e vissuto l'amarezza della finale persa l'anno scorso, mantengono il Fenerbahce sopra i dieci punti di vantaggio. Il quarto periodo non cambia la sostanza. Milano si arrende a un avversario più forte.

Vedi tutte le news di Eurolega

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti