Eurolega
0

Coronavirus, caos in Eurolega: Milano partita anticipata

La massima competizione europea di pallacanestro sta vivendo un momento complicato tra positività dei giocatori e pure scioperi nazionali

Coronavirus, caos in Eurolega: Milano partita anticipata
© CIAMILLO-CASTORIA

ROMA - Altri quattro casi di positività al Covid-19 nell'Asvel Villeurbanne, club francese che la settimana scorso ha affrontato in Eurolega l'A|X Armani Exchange Milano. La società ha comunicato che i test di ieri hanno rilevato quattro casi aggiuntivi (due giocatori e due membri dello staff) all'interno del gruppo professionale, oltre ad altri membri già colpiti dal nuovo Coronavirus (Norris Cole, Kevarrious Hayes, Matthew Strazel e l'allenatore TJ Parker). "Al momento restano nove giocatori a disposizione, compresi due giovani iscritti all'Eurolega (Elwin Ndjok e Matt Marsh)", ha fatto sapere l'Asvel, che questa sera affronterà il Panathinaikos in Eurolega.

Difficoltà Eurolega

Situazione peggiore quella dello Zenit San Pietroburgo dove si contano ben 13 casi di positività tra giocatori e membri dello staff, la compagine russa questa settimana avrebbe dovuto affronatre un doppio impegno in terra spagnola stasera contro il Baskonia e venerdì contro il Valencia, i russi hanno deciso di non partire ed entrambe le partite sono state cancellate dall'Eurolega dove si aspetta la decisione del giudice sportivo. Per regolamento servono almeno 8 giocatori a referto per evitare la sconfitta a tavolino (20-0), lo Zenit oggi ne ha a disposizione solo 6. Neanche il Khimki Mosca vive una situazione felice, sabato scorso i gialloblu hanno dovuto giocare in 8 perdendo in casa contro lo Zalgiris Kaunas e mercoledì si troveranno nella stessa situazione in quel di Madrid contro il Real.

Milano anticipata per lo sciopero greco

C'è anche il problema dello sciopero greco che vede colpite l'Olimpia Milano ed il Maccabi Tel Aviv, entrambe impegnate contro l'Olympiacos in questo doppio turno: la compagine milanese giocherà domani al Pireo con ritorno programmato giovedì ma proprio per il 15 ottobre è stato indetto sciopero nazionale. La soluzione è arrivata nelle ultime ore infatti il match è stato anticipato alle 18:30 e non più alle 20:00 per consentire ai milanesi di partire prima delle 24:00. A questo punto non da escludere il rinvio a sabato per Olympiacos-Maccabi.

La Top Ten della 3a giornata di campionato LBA

Tutte le notizie di Eurolega

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti