Eurolega, l'Efes batte il Real Madrid: turchi campioni d'Europa

Contro gli spagnoli decisivi Micic e Pleiss (58-57): la squadra di Ergin Ataman bissa il trionfo della scorsa stagione a Colonia e vince il secondo titolo continentale per club della sua storia
Eurolega, l'Efes batte il Real Madrid: turchi campioni d'Europa© CIAMILLO-CASTORIA
3 min
TagsReal MadridAnadolu EfesEurolega

BELGRADO (Serbia) - Apoteosi Anadolu Efes alla Stark Arena di Belgrado. I turchi di Ergin Ataman si laureano campioni d'Europa per il secondo anno consecutivo e centrano un clamoroso back-to-back (non accadeva dal biennio 2012-13, con l'Olympiacos di Spanoulis campione). I turchi, trascinati da Vasilije Micic e Tibor Pleiss, si confermano la squadra più forte dell'Eurolega e superano un mai domo Real Madrid. Finisce 58-57 una partita non brillante dal punto di vista tecnico ma intensa e combattuta su ogni possesso. I 'Blancos' di Pablo Laso mancano l'appuntamento con la 'undecima' Coppa dei campioni; Ergin Ataman diventa il primo allenatore a vincere l'Eurolega in due edizioni consecutive: non accadeva dal biennio 2004-2005, doppietta Maccabi Tel-Aviv con Pini Gershon in panchina.

La Virtus Bologna vince l'Eurocup e torna in Eurolega

Apoteosi Efes: Pleiss decisivo

Un'autenica battaglia, quella che va in scena a Belgrado, con Real Madrid e Anadolu Efes che lottano su ogni pallone fin dalle primissime battute del match. La partita vive all'insegna dell'equilibrio: lo dimostra il solo punto di vantaggio per gli uomini di Pablo Laso dopo il primo quarto (15-14) e il 19-15 del secondo, che fissano il punteggio sul 34-29 in favore del Real al tramonto del primo tempo. Ripresa dominata dalla tensione e dalla posta in palio: 19 punti complessivi messi a segno, di cui 11 in favore dell'Anadolu che si presenta agli ultimi 10 minuti dal sogno di un trionfo-bis in svantaggio di un solo possesso (42-40). Il miniparziale decisivo porta la firma di un protagonista inatteso, il centro tedesco Tibor Pleiss, che regala il vantaggio all'Efes e firma anche l'ultimo canestro dei suoi. Llull tiene accesa la flebile speranza per il Real ma la feroce lotta a rimbalzo sulla tripla sbagliata da Larkin occupa tutti gli ultimi istanti di gara: finisce 58-57, con l'apoteosi turca alla Stark Arena. L'Anadolu si conferma campione grazie alle prestazioni monstre di Vasilije Micic, Tibor Pleiss e Shane Larkin, che insieme realizzano 52 dei 58 punti di squadra: sono 23 per il serbo, 19 per il tedesco e 10 per il turco, mentre gli altri 6 li mettono a referto Singleton (4) e Dunston (2). Sfuma il sogno dell'undecima per il Real Madrid che paga l'imprecisione dall'arco (appena 6/33) e chiude con un solo giocatore in doppia cifra: Walter Tavares, doppia doppia per lui con 14 punti e 11 rimbalzi. Nella finale per il terzo-quarto posto, vittoria netta del Barcellona che supera 84-74 l'Olympiacos e strappa il terzo posto della rassegna continentale.

Basket, Messina: "Vogliamo fare meglio ogni anno"
Guarda il video
Basket, Messina: "Vogliamo fare meglio ogni anno"


Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti