Final Eight
0

Coppa Italia, finale Venezia-Brindisi: Milano e Fortitudo Bologna ko

Daye e compagni eliminano (67-63) il quintetto di Messina, i pugliesi demoliscono quello di Martino: 78-53

Coppa Italia, finale Venezia-Brindisi: Milano e Fortitudo Bologna ko
© CIAMILLO

PESARO - La finale di questa Final Eight di Coppa Italia sarà Venezia-Brindisi. La Reyer è stata la prima ad aver staccato il pass dopo aver superato per 67-63 l'Olimpia Milano. Una semifinale spettacolare in scena alla Vitrifrigo Arena che vede uscire vincitori i lagunari, bravi a distaccarsi nel terzo quarto e decisi nel conquistare la vittoria nell'ultimo periodo. Partono meglio i meneghini con Scola in grande spolvero e nel primo quarto vanno avanti di 7, sul 22-15, ma il quintetto di De Raffaele è rapido nel riorganizzarsi e nei secondi 10', grazie ad una preziosa fase difensiva, concede solo 9 punti agli avversari portandosi a -2, sul 31-29, all'intervallo lungo. Al ritorno sul parquet Daye e compagni sembrano trovare maggiore convinzione e grazie al duo Watt-Denicolao (16 e 12 punti) allungando di 10, sul 44-54. Messina suona la carica nel break corto e prima dell'ultima sirena Milano torna a guardare da vicino gli avversari, fino al 61-64 firmato da un grande Rodriguez (15 punti per lui) con 50 secondi da giocare. Inizia la giostra dei liberi: Daye fa 1 su 2 e porta i suoi sul 67-63 finale visto che Nedovic non riesce a ridimensionare sbagliando l'ultimo tentativo dall'arco.

Brindisi-Fortitudo Bologna 78-53

L'Happy Casa Brindisi batte la Pompea Fortitudo Bologna 78-53 e raggiunge l'Umana Reyer Venezia in finale di Coppa Italia. Dopo aver superato ieri nei quarti la Dinamo Sassari (86-91), alla Vitrifrigo Arena di Pesaro la squadra di Francesco Vitucci dimostra di stare bene e mette subito le cose in chiaro chiudendo il primo quarto avanti di undici punti (23-12). La Fortitudo tenta di stare dietro, ma Brindisi va al riposo lungo portando il suo vantaggio a +21. Tra gli emiliani in ombra Aradori e Sims che non riescono a trascinare i loro compagni nella rimonta, disastrosi da 3 (0/8). La formazione di Martino non riesce a vedere la luce e il divario aumenta dopo il terzo quarto salendo a +27 (64-37). L'ultimo periodo e' quasi una passerella utile alle statistiche fino al 78-53 finale, mai stato in discussione. Grande prova dell'Happy Casa con protagonisti assoluti John Brown (18) e Adrian Banks (11). Appuntamento a domani alle 18 per l'ultimo atto della Final Eight 2020.

Tutte le notizie di Final Eight

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti