Corriere dello Sport

NBA

Vedi Tutte
NBA

LeBron vuole il pari: sono il migliore

LeBron vuole il pari: sono il migliore

Alla vigilia di gara6, James prova a trascinare i Cleveland Cavs per annullare il primo match-point per il titolo di Golden State

 

martedì 16 giugno 2015 04:00

NEW YORK – Cinque finali consecutive possono essere sufficienti per essere proclamato miglior giocatore della propria generazione. Ma alla vigilia di gara6 (ore 3, diretta SkySport2) a Cleveland, primo match-point per il titolo di Golden State, LeBron James ha voluto ribadirlo in prima persona. “La serie possiamo ancora riaprirla. Ho fiducia, sono il miglior giocatore del mondo. Mi chiedono se la strategia di Golden State sia “concedermi” di segnare 40 punti. Non mi lasci segnare 40 punti, me li prendo” dice il Prescelto, 36.6 punti, 12.4 rimbalzi e 8.8 assist nella serie, il primo giocatore da Jerry West nel 1969 a siglare una tripla doppia in finale con almeno 40 punti realizzati. Accostamento non casuale: in quell'occasione West fu l'unico, nella storia delle Finali, a conquistare il titolo di MVP da sconfitto. Il riconoscimento oggi potrebbe andare a James anche se i commoventi Cavs dovessero perdere.

FATTORE CAMPO – E se lo stesso coach David Blatt invita tutti a “togliersi il cappello” di fronte a ciò che sta facendo James, lo stesso LeBron vuole riaprire la serie: “Ne abbiamo abbastanza per vincere gara6 in casa. E se proteggiamo il campo di casa, poi si torna fuori casa per la settima...”.

Per Approfondire

Commenti