Corriere dello Sport

NBA

Vedi Tutte
NBA

LeBron free agent Ma non è The Decision

LeBron free agent Ma non è The Decision

James esce dal contratto con i Cavs, ma non si sposterà da casa. Love potrebbe compiere la stessa scelta

 

lunedì 29 giugno 2015 02:55

NEW YORK – LeBron James esce dal contratto con i Cleveland Cavs con un anno d'anticipo, e diventa il principale free agent dell'estate NBA. Tuttavia la decisione del Prescelto di sfruttare l'opzione d'uscita dall'accordo (che avrebbe previsto 21.6 milioni di dollari nella prossima annata) non dovrebbe causare scossoni.

NESSUN DUBBIO – Niente The Decision come nel 2010 – quando passò a Miami – o nel 2014, con il ritorno a casa, a Cleveland. Con ogni probabilità James, che non ha in programma incontri con altre franchigie, tornerà con i campioni della Eastern Conference. L'idea di James, per guadagnare di più e consentire ai Cavs di costruirgli un eccellente organico attorno, potrebbe essere un accordo di un anno con opzione per il secondo: a quel punto LeBron potrebbe ridiscutere l'accordo nel 2016, quando il tetto salariale verrà elevato.

LOVE – Prima di James, un altro All Star di Cleveland, Kevin Love, era uscito con un anno d'anticipo dall'accordo, che avrebbe previsto 16.1 milioni per il 2015-16. E pure se nella sua annata ai Cavs non ha convinto del tutto – fino all'epilogo anticipato con l'infortunio alla spalla nel primo turno di playoff – anche Love sembra intenzionato a tornare a Cleveland, giudicata come la realtà migliore per provare a vincere. E un'offerta da 110 milioni in cinque anni da parte dei Cavs toglierebbe a Love ogni dubbio. Situazione simile, a cifre differenti, è quella di JR Smith, pure lui uscito dal contratto ma intenzionato a tornare alla corte di David Blatt.

FREE AGENT – Per Cleveland è un'estate intensa a livello di free agent. Per Timofey Mozgov è stata esercitata l'opzione di rinnovo, e il centro russo resterà accanto al rientrante Anderson Varejao. Tristan Thompson è restricted free agent, quindi a Cleveland basterà pareggiare l'offerta più alta, che però rischia di superare i 12 milioni di dollari a stagione. Lo stesso status per Iman Shumpert e l'eroe dei playoff Matthew Dellavedova. Se i Cavs dovessero riuscire a confermare tutti i giocatori sul mercato, diventeranno una pretendente ancora più forte per il titolo.

Per Approfondire

Commenti