Corriere dello Sport

NBA

Vedi Tutte
NBA

NBA, le prime sorprese dopo un giorno da 1,2 miliardi

NBA, le prime sorprese dopo un giorno da 1,2 miliardi

Si scatena Phoenix: ingaggia Chandler e lusinga Aldridge, che dice no ai Lakers. Golden State-Green, è rottura? New York sogna un'altra Linsanity

 

giovedì 2 luglio 2015 01:00

NEW YORK – Dopo una prima giornata ricca di accordi pesanti, visto che a cominciare dai vari Love, Tristan Thompson, Leonard, Danny Green, Butler e Anthony Davis ci sono stati affari per 1.235 milioni di dollari complessivi (ben oltre il miliardo di accordi già stipulati!), arrivano le prime sorprese sul mercato dei free agent NBA. Come la trattativa interrotta tra Golden State e l'uomo-squadra Draymond Green, restricted free agent: le parti si rivedranno, ma certamente non è un buon segnale.

PHOENIX – Scatenati i Suns, che entrano prepotentemente nella corsa a LaMarcus Aldridge, il quale nel frattempo ha detto no ai Los Angeles Lakers: i californiani non convincono il lungo ormai in uscita da Portland (pure se Damian Lillard ha detto “sono sicuro che continuerai a giocare con me ai Blazers”). In attesa di sfidare San Antonio e Houston – e non solo – per Aldridge, Phoenix ha messo sotto contratto uno dei migliori difensori della Lega, il centro Tyson Chandler (52 milioni in quattro anni). Sul perimetro, invece, è arrivata la conferma di Brandon Knight: il play sigla un quinquennale da 70 milioni.

ELLIS – Da Dallas esce anche Monta Ellis, che viene dato molto vicino ad un accordo con gli Indiana Pacers (tre anni a 32 milioni complessivi). Nel frattempo Boston, che non opziona Gigi Datome, conferma l'ex biellese Jonas Jerebko (10 milioni per due anni) e strappa Amir Johnson a Toronto con un'offerta enorme (24 milioni in due anni). Oklahoma City conferma Kyle Singler, che estende per cinque anni e 25 milioni.

LINSANITY – New York, a sorpresa, potrebbe sognare un'altra Linsanity: Jeremy Lin, che esplose all'improvviso nel 2012 nella Grande Mela, prima di giocare a Houston e ai Los Angeles Lakers.

ATLANTA – Paul Millsap resta ad Atlanta: il lungo All Star ha rifirmato per tre anni a 58 milioni. In questo modo gli Hawks avranno un trio di lunghi di tutto rispetto con Millsap, Al Horford e il nuovo acquisto Tiago Splitter. Khris Middleton, infine, resterà a Milwaukee: cinque anni e 70 milioni.

 

Per Approfondire

Commenti