Corriere dello Sport

NBA

Vedi Tutte
NBA

Sacramento non si ferma Con Belinelli c'è Rondo

Sacramento non si ferma Con Belinelli c'è Rondo

Il playmaker lascia Dallas, dove ha deluso, e firma con i Kings poche ore dopo l'azzurro. Duncan e Wade continuano con San Antonio e Miami. Colpo Jordan per Dallas

 

sabato 4 luglio 2015 04:04

NEW YORK – Un anno fa, pure se veniva da un grave infortunio al ginocchio, Rajon Rondo era uno dei giocatori più richiesti sul mercato NBA. Dopo il passaggio da Boston a Dallas, le quotazioni del playmaker, ex miglior passatore della Lega, sono crollate. E così Rondo si è dovuto “accontentare” di un contratto annuale da 9.5 milioni di dollari (ne ha guadagnati 12.9 nell'ultima annata) in una squadra che non ha disputato i playoff: Sacramento. Dove Rondo ha firmato poche ore dopo Marco Belinelli, nuovo compagno di reparto che si è accordato per tre anni con i Kings, che con Cousins, Gay, Rondo e McLemore hanno una notevole quantità di talento.

BANDIERE – Il contratto di un anno di Rondo è una situazione analoga a quella di due bandiere come Tim Duncan e Dwyane Wade: il 39enne lungo caraibico resterà a San Antonio, con cui ha vinto cinque titoli, e la sua scelta di restare per un'ulteriore stagione – rinviando così il ritiro - potrebbe anche avvicinare LaMarcus Aldridge. La guardia resta a Miami, dove nella prossima annata guadagnerà 20 milioni di dollari. Conferma importante, e annunciata, anche per Portland che, rassegnata a perdere Aldridge, quantomeno trattiene l'altro uomo-franchigia Damian Lillard, che firma per cinque anni e 120 milioni complessivi.

JORDAN – Persi Rondo, Monta Ellis (diretto a Indiana) e Tyson Chandler (a Phoenix), Dallas ha messo una pezza con l'arrivo di DeAndre Jordan: il centro, miglior rimbalzista dell'ultima stagione, lascia i Los Angeles Clippers e sigla un quadriennale da 80 milioni, convinto dai Mavericks dopo un incontro a cui ha partecipato anche Dirk Nowitzki. Con Jordan arriva anche l'esterno Wesley Matthews, pure lui per quattro anni e 64 milioni complessivi.

DERBY TRA GEMELLI – I Knicks sono rimasti tagliati fuori dai discorsi legati ai big. Nella Grande Mela sono così arrivati due comprimari come l'esterno Arron Afflalo (16 milioni in due anni) e il centro Robin Lopez (54 milioni in quattro anni). In questo modo Lopez affronterà il fratello gemello Brook in un derby newyorkese, uno ai Knicks, l'altro a Brooklyn. Va a Milwaukee, invece, Greg Monroe, che lascia Detroit firmando un triennale da 50 milioni.

RITIRO – Nel frattempo Kenyon Martin, prima scelta assoluta nel draft NBA 2000, dice basta. A 37 anni, il lungo che fu finalista con New Jersey, ha annunciato la propria decisione dopo aver vissuto l'ultima annata a Milwaukee.

 

Per Approfondire

Commenti