Corriere dello Sport

NBA

Vedi Tutte
NBA

Basket NBA, storie tese tra Bosh e gli Heat

Basket NBA, storie tese tra Bosh e gli Heat
© AP

La stella di Miami non sta ancora bene, Pat Riley parla di lui al passato. Sceglierà un'altra squadra o il ritiro?

 

giovedì 29 settembre 2016 12:57

ROMA - Dopo i ritiri di Kobe Bryant, Kevin Garnett e Tim Duncan, un’altra stella del firmamento NBA potrebbe dire addio alla pallacanestro giocata. La scorsa settimana, in seguito al mancato superamento delle visite mediche, Pat Riley ha parlato con pochissima diplomazia della carriera di Chris Bosh usando il passato. Di certo, se anche scegliere di continuare, Bosh non sarà più un giocatore dei Miami Heat.

 

STORIE TESE - Il suo contratto pesa per 76 milioni nei prossimi 3 anni. Visto il clima molto teso tra il giocatore e Pat Riley, improbabile che Bosh sia in vena di sconti. L’obiettivo degli Heat è il long-term injury provision, il taglio per motivi di salute. Il giocatore riceverebbe tutti i dollari previsti (con parte garantita da assicurazione) ma Miami potrebbe liberare il cap a partire dal 9 febbraio 2017, ossia un anno dopo l’ultima partita giocata da Bosh, e avere così 25 milioni di dollari di spazio salariale la prossima estate. Una volta tagliato, un medico nominato di comune accordo dalla lega e dal sindacato dei giocatori dovrà decidere se sia possibile per Bosh tornare in camposenza che questo comporti un rischio per la salute.

Articoli correlati

Commenti