NBA, Golden State nella storia: 51 punti nel primo quarto. Denver Nuggets ko
© AP
NBA
0

NBA, Golden State nella storia: 51 punti nel primo quarto. Denver Nuggets ko

I campioni in carica firmano un nuovo record e conquistano la vetta della Western Conference

DENVER (COLORADO, USA) – Denver Nuggets e Golden State Warriors si giocano il primo posto nella Western Conference. Al Pepsi Center i padroni di casa hanno vinto le ultime 12 partite, ma arrivano i campioni in carica, sconfitti le ultime due volte in Colorado. Steph Curry e Klay Thompson se lo ricordano e preparano la sorpresa: nel primo quarto illuminano e, con l’aiuto di Kevin Durant, mettono a segno dieci triple (record di franchigia). Non è l’unico primato, perché la squadra di Steve Kerr firma 51 punti nei primi 12 minuti: mai nessuno aveva segnato così tanto nel quarto d’apertura dell’NBA. Gli splash brothers a fine partite firmano 31 punti a testa, con tre errori ciascuno da dietro l’arco (8/13 per Curry, 5/8 per Thompson): KD ne aggiunge 27. Un dominio.

I SOLITI DUE - Joel Embiid e Ben Simmons sentono l’All-Star Game che s’avvicina e regalano assaggi di spettacolo: all’intervallo Philadelphia ha già superato quota 80 punti. I Minnesota Timberwolves fanno da spettatori al Wells Fargo Center e tornano dagli spogliatoi sotto di 25. Embiid aggiunge 13 rimbalzi ai 31 punti, Simmons sfiora ancora la tripla doppia (20 punti, 11 rimbalzi e 9 assist). Una partita senza storia: 149-107 per i 76ers.

LE ALTRE - Giannis Antetokounmpo, dopo i 33 punti contro gli Atlanta Hawks, diminuisce il numero di canestri ma lascia come sempre l’incontro sulla partita. I Miami Heat sono sotto di 24 lunghezze all’intervallo e l’attacco di Erik Spoelstra non ingrana mai, al contrario di quello dei Milwaukee Bucks: nessun giocatore sopra i 20 punti, ma sette che vanno in doppia cifra. Sorride Budenholzer, la sfida termina 124-86. Gli Indiana Pacers doppiano i Phoenix Suns al primo quarto (38-19) e controllano il resto della partita con Bogdan Bogdanovic che mette a referto 20 punti e Tyreke Evans, che in 15 minuti segna tanto quanto il suo compagno croato. Risultato finale: 131-97. Alla Philips Arena di Atlanta gli Hawks ospitano gli Oklahoma City Thunder: i 31 punti di Russell Westbrook e i 25 di Paul George non bastano a OKC, travolti nel quarto periodo da un parziale di 45-26. I Los Angeles Lakers ancora senza LeBron James, dopo due sconfitte consecutive trovano la vittoria allo Staples Center. Lonzo Ball e Brandon Ingram trascinano i californiani al successo: il primo aggiunge 8 rimbalzi e 6 assist ai 19 punti, il secondo ne firma 16 conditi da 9 rimbalzi e sette assist. Jabari Parker, con 18 punti in 17 minuti, non basta ai Chiacago Bulls, che perdono 107-100.

Vedi tutte le news di NBA

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti