NBA playoff, Gallinari e i Clippers volano: Warriors ko. Sorride Phila
© EPA
NBA
0

NBA playoff, Gallinari e i Clippers volano: Warriors ko. Sorride Phila

L'azzurro segna 24 punti e la squadra di coach Rivers ricuce lo strappo di 31 punti nel secondo tempo. Serie in parità sull'1-1, come quella tra 76ers e Brooklyn

ROMA – Tutto di nuovo in parità. Los Angeles Clippers e Philadelphia 76ers pareggiano le loro rispettive serie contro Golden State e Brooklyn: 1-1 e cambio campo. Adesso i campioni in carica andranno a giocarsi Gara 3 e Gara 4 allo Staples Center, mentre New York si prepara ad accogliere i playoff NBA al Barclays Center.  

NBA PLAYOFF, IL PRIMO TURNO

INFORTUNI E RIMONTA – DeMarcus Cousins finisce a terra dopo appena tre minuti e mezzo ed è costretto ad abbandonare il parquet. Si teme un infortunio muscolare che lo terrebbe fuori fino alla fine della stagione. Un brutto colpo per Golden State, costretta a far giocare Bogut tutta la partita. I Warriors, però, sono la migliore squadra della lega e partono comunque forte. Nel primo periodo di gioco mettono a referto 33 punti, 11 dei quali di Steph Curry. I Clippers inseguono a otto lunghezze di distanza, ma un altro parziale dei padroni di casa affonda le speranze di Gallinari e compagni, che all’intervallo sono sotto 73-50. I primi nove tiri di Golden State del secondo tempo vanno tutti dentro: Steve Kerr vede il traguardo sul +31, ma coach Rivers risponde. Montrezl Harrell e Danilo Gallinari guidano l’attacco, poi sale in cattedra Lou Williams, il quale firma 17 punti nel solo terzo quarto. La riserva di lusso, insieme all’azzurro, firma un parziale di 11-0 in apertura dell’ultimo periodo e a 6’ dal termine i Clippers sono a soli tre punti di distanza. Il Gallo fallisce la tripla del possibile sorpasso e Kevin Durant riporta a +5 i Warriors, ma il fenomeno finisce anzitempo la sua partita per problemi di falli. Williams è scatenato e pareggia a 128: senza Durant, ci pensa Curry a fomentare l’Oracle Arena. La tripla va a bersaglio, ma anche quella di Landry Shamet, che vuol dire vantaggio Clips a 16’’ dal termine. La speranza di Golden State è nelle mani di Steph Curry, ma il suo ultimo tentativo finisce sul ferro. Harrell fa 2/2 ai liberi e la partita si chiude 135-131: dal –31 alla vittoria, è la più grande rimonta nella storia dei playoff. 36 punti e 11 assist per Lou Williams, 25 per Harrell e 24 per Gallinari. La serie si sposta a Los Angeles. 

NBA PLAYOFF, I PRONOSTICI

SORRIDE PHILADELPHIA – Allen Iverson e Dikembe Mutombo a bordo campo per assistere alla sfida del Wells Fargo Center tra i loro amati Philadelphia 76ers e Brooklyn. I Nets vogliono tornare a New York con il vantaggio del campo, ma dopo la vittoria in Gara 1 è difficile tenere a bada Joel Embiid e compagni. Il centro camerunense parte forte e insieme a lui Ben Simmons. I due impacchettano un ottimo primo tempo, ma i Nets restano sempre incollati ai loro avversari, tanto da tornare negli spogliatoi sotto di un solo punto. Embiid rientra dall’intervallo e tira fuori dal cilindro un ‘And1’ magico e il tandem con Simmons funziona alla perfezione: nel giro di quattro minuti i 76ers sono sopra di 20 punti. Brooklyn è bloccata sulle proprie gambe. Un terzo quarto leggendario per Philadelphia, il più prolifico nella storia dei playoff: 51 punti e partita in cassaforte. Phila vince 145-123. La serie si sposta al Barclays Center ed è di nuovo tutto in parità. 

Tutte le notizie di NBA

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti