Nba, playoff gara 2: vincono Boston, Milwaukee e Houston
© EPA
NBA
0

Nba, playoff gara 2: vincono Boston, Milwaukee e Houston

Il fattore campo è rispettato: Celtics superano Indiana 99-91, Bucks a valanga su Detroit (120-99) e i Rockets si impongono su Utah trascinati da Harden

ROMA - Boston, Milwaukee e Houston difendono il fattore campo anche in Gara 2. Nessuna sorpresa nella notte Nba, con i Celtics che superano 99-91 Indiana, i Bucks a spazzare Detroit con un eloquente 120-99 e i Rockets, trascinati da James Harden, capaci di imporsi 118-98 su Utah. Tutte e tre le serie sono ora sul 2-0.

INDIANA PACERS-BOSTON CELTICS 91-99 - Una rimonta impressionante nel quarto quarto ha permesso a Boston di piegare la resistenza di Indiana. Si è visto finalmente il miglior Irving, autore di 37 punti, ma nonostante questo i Celtics si erano trovati spalle al muro entrando negli ultimi 12' di gara sotto 79-68. Indiana aveva costruito il vantaggio con i soliti Bogdanovic e Young e infilando un 10-0 di parziale nel terzo quarto grazie all'ispirazione di Darren Collison, mentre l'attacco di Boston non riusciva a ingranare. Ribaltone totale nel quarto quarto, con i Pacers tenuti a soli 12 punti e Boston tornata in linea di galleggiamento nei cinque minuti finali. A 12 secondi dalla fine, i Pacers hanno gettato al vento il pallone del possibile pareggio, eseguendo malissimo una rimessa con Wes Matthews. Jayson Tatum, autore di 26 punti sulla sirena, ha messo la parola fine sulla partita andando a schiacciare e a guadagnare il libero supplementare per il momentaneo 97-91, costringendo Indiana alla seconda sconfitta nella serie. Per i Pacers, Bogdanovic miglior realizzatore con 23 punti.

DETROIT PISTONS-MILWAUKEE BUCKS 99-120 - Decisamente meno interessante la sfida tra le due squadre agli antipodi in questi playoff: Milwaukee con il miglior record della regular season, Detroit con il peggiore tra le qualificate. Senza l'infortunato Blake Griffin, i Pistons non hanno potuto nulla contro lo strapotere dei Bucks, che per la seconda gara consecutiva si permettono il lusso di dosare il minutaggio delle stelle: Antetokounmpo realizza 26 punti (e 12 rimbalzi) in soli 30 minuti di utilizzo, supportato al meglio dagli scudieri Middleton (24 e 8 assist) e Bledsoe, che chiude la sua sera con 27 punti, 6 assist, 4 rimbalzi e 3 palle rubate in 28 minuti. Detroit proverà a tornare nella serie nelle gare casalinghe ma l'impressione è che Milwaukee sia troppo forte per Drummond e compagni.

UTAH JAZZ-HOUSTON ROCKETS 98-118 - Non si è fatta attendere la risposta di James Harden a Giannis Antetokounmpo: l’altro candidato Mvp prende per mano i suoi nel secondo episodio della serie, facendo registrare una tripla doppia da 32 punti, 13 rimbalzi e 10 assist, con un eccellente 6/13 dall’arco. Partita indirizzata sui binari Rockets già dal primo quarto, con i texani in grado di mettere a segno 39 punti e volare in fretta sul +20. Impossibile, per i Jazz, ricucire lo strappo. Altri tre uomini in doppia cifra per coach D'Antoni: Tucker (16), Paul (17) e Gordon (16). 

Tutte le notizie di NBA

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti