Nba, Belinelli ok con gli Spurs. Esordio amaro per Gallinari
© AP
NBA
0

Nba, Belinelli ok con gli Spurs. Esordio amaro per Gallinari

Super prestazione di Doncic, che trascina Dallas con 34 punti, mentre a Brooklyn non basta l'esordio stellare di Irving

ROMA - Altra notte col naso all'insù. Tra pronostici confermati e qualche risultato a sorpresa, l'Nba si conferma spettacolo allo stato puro. Saranno particolarmente d'accordo a Dallas, con i Mavericks che battono i Wizards grazie alla solita serata magica di Doncic. Sono 34 i punti dello sloveno, ai quali si devono aggiungere i 23 di Porzingis. Si esulta anche a Philadelphia, con il trionfo dei 76ers sui Celtics. Simmons è il trascinatore, per coach Stevens c'è ancora tanta strada da fare. Non ci sono italiani protagonisti, ma che bella la gara dello Spectrum Center tra Hornets e Bulls. A spuntarla sono i padroni di casa (126-125), a Chicago non basta un Markkanen da 35 punti e 17 rimbalzi.  

Gli italiani

Una vittoria e una sconfitta. Questo il bilancio "italiano" in una notte Nba, la seconda della stagione dopo l'apertura di ieri, con ben undici partite nel menù della giornata. Vincono gli Spurs di Marco Belinelli, perdono i Thunder di Danilo Gallinari, ma il debutto del "Gallo" con la sua nuova squadra è di tutto rispetto. Dopo le esperienze con Knicks, Nuggets e Clippers, avventura con la franchigia di Oklahoma per l'azzurro che, in campo nel quintetto iniziale, gioca 28 minuti e mette a referto 21 punti, 7 rimbalzi e 2 assist, risultando tra i migliori dei suoi che, però perdono 100-95 sul parquet degli Utah Jazz. Meglio del Gallo, tra i Thunder, Shai Gilgeous-Alexander che chiude con 26 punti, mentre ne fa 22 Chris Paul, aggiungendo anche 8 assist. La differenza dall'altra parte la fa Donovan Mitchell con 32 punti, 12 rimbalzi e tre assist. In doppia cifra anche Bogdanovic (16), O'Neale (14) e Mudiay (12). Nessuna nuova squadra per Marco Belinelli che continua la sua avventura con San Antonio. Gli Spurs battono i Knicks 120-111 davanti ai propri tifosi e il "Beli" gioca 18 minuti chiudendo con tre punti, un rimbalzo e un assist.

Ai Nets non basta Irving

È sempre la stessa storia. Kyrie fa il fenomeno (50 punti), ma alla fine perde all'esordio con i Nets. Serve il supplementare per decretare i vincitori: i Wolves fanno festa a Brooklyn. Vittoria esterna anche per i Nuggets a Portland con Jokic protagonista e dei Pistons in casa dei Pacers. Tutto facile infine per i Miami Heat e i Phoenix Suns rispettivamente contro Memphis e Sacramento.

(in collaborazione con Italpress)

NBA al via, 5 spunti per il 2019-20

Tutte le notizie di NBA

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti