Nba, i Toronto Raptors potrebbero spostarsi in Kentucky

La pandemia renderebbe problematici i viaggi in Canada e per questo i vertici della lega vogliono spostare la franchigia a Louisville

© EPA

TORONTO - L'Nba comincia a preparare la prossima stagione. Al centro dei primi cambiamenti c'è quello legato ai viaggi, soprattutto in Canada. L'attuale pandemia renderebbe difficile il via vai delle franchigie statunitensi e per questo i vertici della lega stanno ipotizzando di spostare i Toronto Raptors in Kentucky. Del resto quest'anno è già successo nel calcio, dove il Toronto Fc, ex squadra di Sebastian Giovinco, gioca le sue partite casalinghe a East Rutheford, in Connecticut, 800 km ad est della città canadese, mentre i Toronto Blue Jays del baseball sono dovuti emigrare a Buffalo, nello stato di New York, a 161 km di distanza. Adesso si pensa di fare la stessa cosa con i Raptors, la cui sede sarebbe stata individuata in Louisville, città del Kentucky celebre per avere dato i natali a Muhammad Ali. Toronto giocherebbe le proprie partite interne nel KFC Yum! Center, impianto che ha una capienza di 22.090 spettatori.

Da non perdere





Commenti