Nba, i piani per la partenza della nuova stagione

La Lega americana stanotte ufficializzerà quella che sarà la struttura per la prossima annata, novità sia in Regular-Season che a livello salariale

© EPA

NEW YORK (Usa) - L'Nba stanotte deciderà le sorti della stagione 2020/21, la Lega e l'Unione Giocatori (Nbpa) terranno due riunioni separate per arrivare all'accordo finale che prevederà la partenza della Regular-Season il 22 dicembre. Nei giorni scorsi erano emersi due scenari da votare per l'inizio della nuova annata: il primo riguardava l'inizio a dicembre, il secondo l'inizio al Martin Luther King Day per il 18 gennaio 2021. Proprio quest'ultimo scenario era fortemente sostenuto dai giocatori ma proprietari e la Lega, per questioni strettamente economiche, non potevano permettersi di perdere altri soldi perché il via a gennaio avrebbe comportato una perdita circa di 500 milioni di dollari.

Novità: 72 partite e stipendi trattenuti

Di norma la Regular-Season Nba prevede 82 partite con inizio solitamente verso la fine di ottobre, la volontà della Lega è quella di poter tornare ad un calendario "standard" per rispettare le storiche tempistiche, quindi le partite saranno 72 quest'anno. Inoltre i viaggi delle squadre saranno limitati al 25% ed ogni franchigia non potrà giocare più di 14 Back-To-Back (due partite consecutive). L'aspetto economico è sicuramente quello più dolente, infatti si cercherà di trattenere una piccola parte degli stipendi dei giocatori, si vocifera il 18% per due anni che dovrebbe portare nelle tasche dell'Nba tra i 720 e 800 milioni di dollari l'anno. Un esempio, la stella dei Golden State Warriors Stephen Curry (giocatore con l'ingaggio più alto nella prossima stagione) da 43 milioni di dollari percepirà 35 milioni di dollari.

Le nuove date

Con la ripartenza sempre più sicura del 22 dicembre il calendario Nba 2020/21 sarà il seguente: 18 novembre il Draft, 21 o 22 novembre l'apertura del mercato, 1° dicembre apertura dei Training-Camp, 22 maggio 2021 l'inizio dei Playoffs e l'ultima data utile per concludere le Nba Finals il 27 luglio in modo tale da poter usufruire delle stelle per giocare le Olimpiadi a Tokyo.

Fedez, in regalo la maglia autografata di Jordan
Guarda il video
Fedez, in regalo la maglia autografata di Jordan

Da non perdere





Commenti