Banchero verso il Draft Nba: "Sono il migliore e giocherò per l'Italia"

L'ala è in lizza per una delle prime tre chiamate assolute: "Sono entusiasta per ciò che sta per accadere"
Banchero verso il Draft Nba: "Sono il migliore e giocherò per l'Italia"
3 min

"Sento di essere il migliore. Ci sono tanti grandi prospetti da poter selezionare in questo Draft, ma sento di essere in grado di dimostrare il mio valore a ogni livello: so di avere enormi margini di miglioramento". Paolo Banchero è in lizza per una delle prime tre chiamate assolute del Draft Nba, che si svolgerà nella notte italiana tra giovedì 23 e venerdì 24 giugno. "Sono entusiasta per quello che sta per accadere: il mio è stato un lungo viaggio per arrivare fino a qui, ho lavorato un sacco per meritarmi tutto questo. Essere qui in attesa di una chiamata al Draft è surreale, ma al tempo stesso sono consapevole che siamo all'inizio e che soltanto dopo essere stato scelto al Draft inizia il vero lavoro".

"Giocherò ancora con l'Italia"

L'ala, di origine italiane, è in uscita dalla Duke University. Le possibili destinazioni sono i Magic, i Thunder o i Rockets.  "Non posso dare un nome nello specifico o indicare una preferita - ha replicato -, tutte e tre sarebbero un'ottima soluzione per me, visto che ogni squadra ha grandi qualità, differenti tra di loro. Sarò felice ed entusiasta a prescindere dalla franchigia che alla fine deciderà di scommettere su di me". Infine, sul futuro con la Nazionale italiana: "Sì, la mia intenzione è ancora quella di giocare per la Nazionale di pallacanestro italiana. Sono entusiasta all'idea che sta per iniziare la mia carriera Nba e spero anche quella a livello internazionale, sono felice", ha concluso Banchero.

I dubbi dei Magic

Gli Orlando Magic, che avranno la scelta numero uno, non hanno ancora deciso cosa faranno giovedì sera nell'atteso Draft della Nba. La squadra della Florida ha anche ricevuto diverse chiamate da altre franchigie per provare a scambiare una scelta su cui i Magic stanno ancora valutando i candidati. "Il dialogo è sempre in corso", ha detto il presidente Jeff Weltman alla vigilia. "Ma, soprattutto, possiamo fare quello che vogliamo. Questo è il vero vantaggio di avere la scelta numero 1". I candidati per la scelta sono noti: Jabari Smith Jr. di Auburn, che si è allenato per Orlando all'inizio di questo mese, Chet Holmgren di Gonzaga ha incontrato i Magic per diversi giorni la scorsa settimana e Paolo Banchero di Duke che ha lavorato con l'ex guardia dei Magic Mike Miller. "È confermato che ci sono molti giocatori di talento in questo Draft, questo è certo", ha detto Weltman. 

 

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti