Nba: Antetokounmpo vince la sfida con Jokic, tripla doppia per Wembanyama

Il greco guida i Bucks alla vittoria contro i Nuggets del serbo, mentre il rookie francese degli Spurs dà spettacolo a Toronto

ROMA - È Giannis Antetokounmpo ad aggiudicarsi la super sfida tra stelle della Nba contro Nikola Jokic (112-95). I Bucks dominano dall'inizio alla fine la partita contro i Nuggets campioni in carica, a cui non basta uno Jokic da 29 punti, 12 rimbalzi e 8 assist, perché il resto di Denver offre poco supporto al centro serbo. Dall'altra parte Antetokounmpo guida i suoi (36 punti, 18 rimbalzi e 5 assist), accompagnato da Damian Lillard (18 punti e 5 assist) e Bobby Portis (13 punti e 8 rimbalzi uscendo dalla panchina) e Milwaukee ottiene una vittoria convincente e importante, la prima sotto la guida di Doc Rivers.

Wembanyama trascina gli Spurs a Toronto

La bagarre a Ovest continua. In testa si riporta Minnesota, che a Los Angeles fa suo lo scontro diretto con i Clippers per 121-100 con 24 punti di Towns, 23 di Edwards e la doppia doppia di Gobert (17 punti e 10 rimbalzi). Sotto 53-49 all'intervallo lungo, i Wolves la ribaltano nel terzo quarto (40-19), arrivando anche a +24 nell'ultimo periodo. Prova ad affacciarsi nelle prime posizioni della Western Conference New Orleans (96-87 su Memphis, in serie negativa da 9 gare), Dallas ribalta Washington (112-104, quinto successo consecutivo) con la decima tripla doppia stagionale di Luka Doncic (26 punti, 15 assist e 11 rimbalzi), che rientra in tempo in campo dopo il colpo ricevuto da Kispert che gli è costato qualche punto di sutura al mento. Rimanendo a Ovest, senza coach Kerr volato in Serbia per i funerali del vice Milojevic, Golden State allunga a cinque partite la sua striscia positiva a spese di Utah (129-107, 26 punti per Thompson e 25 per Curry) mentre Victor Wembanyama si prende la scena nel 122-99 su Toronto che permette a San Antonio di tornare a vincere dopo 7 gare. Prestazione storica per il 20enne lungo francese degli Spurs, che ha messo a referto una tripla doppia da 27 punti, 14 rimbalzi e 10 stoppate (suo massimo in carriera). Era da Clint Capela nel gennaio 2021 che non si registrava in NBA una tripla doppia da 10 stoppate, e l'ultimo rookie a riuscirci - proprio in maglia Spurs - era stato David Robinson nel 1990. 

Philadelphia stoppa Cleveland a Est

A Est il match più interessante della giornata ha visto Philadelphia stoppare Cleveland 123-121: 24 punti a testa per Hield e Oubre jr, con i Cavs (36 punti per Mitchell) che mancano sulla sirena la tripla del sorpasso con Garland e si fermano dopo 9 vittorie consecutive. I Sixers si avvicinano alla quarta piazza occupata da New York, beffata nel finale da Houston (105-103) e da un fallo fischiato a Brunson su Holiday che non ha convinto molti. Il mercato ha fatto bene agli Hornets, che col supporto dei nuovi arrivi fanno due su due battendo 111-102 Indiana, prezioso successo di Chicago su Atlanta per 136-126 che permette ai Bulls di difendere la nona piazza dagli stessi Hawks.


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nba, i risultati della notte italiana

Questi i risultati delle gare della regular-season dell'Nba che si sono disputate nella notte italiana: Charlotte Hornets-Indiana Pacers 111-102; Cleveland Cavaliers-Philadelphia 76ers 121-123; Atlanta Hawks-Chicago Bulls 126-136; Toronto Raptors-San Antonio Spurs 99-122; Houston Rockets-New York Knicks 105-103; Memphis Grizzlies-New Orleans Pelicans 87-96; Milwaukee Bucks-Denver Nuggets 112-95; Dallas Mavericks-Washington Wizards 112-104; Utah Jazz-Golden State Warriors 107-129; Los Angeles Clippers-Minnesota Timberwolvs 100-121.


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.© RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA - È Giannis Antetokounmpo ad aggiudicarsi la super sfida tra stelle della Nba contro Nikola Jokic (112-95). I Bucks dominano dall'inizio alla fine la partita contro i Nuggets campioni in carica, a cui non basta uno Jokic da 29 punti, 12 rimbalzi e 8 assist, perché il resto di Denver offre poco supporto al centro serbo. Dall'altra parte Antetokounmpo guida i suoi (36 punti, 18 rimbalzi e 5 assist), accompagnato da Damian Lillard (18 punti e 5 assist) e Bobby Portis (13 punti e 8 rimbalzi uscendo dalla panchina) e Milwaukee ottiene una vittoria convincente e importante, la prima sotto la guida di Doc Rivers.

Wembanyama trascina gli Spurs a Toronto

La bagarre a Ovest continua. In testa si riporta Minnesota, che a Los Angeles fa suo lo scontro diretto con i Clippers per 121-100 con 24 punti di Towns, 23 di Edwards e la doppia doppia di Gobert (17 punti e 10 rimbalzi). Sotto 53-49 all'intervallo lungo, i Wolves la ribaltano nel terzo quarto (40-19), arrivando anche a +24 nell'ultimo periodo. Prova ad affacciarsi nelle prime posizioni della Western Conference New Orleans (96-87 su Memphis, in serie negativa da 9 gare), Dallas ribalta Washington (112-104, quinto successo consecutivo) con la decima tripla doppia stagionale di Luka Doncic (26 punti, 15 assist e 11 rimbalzi), che rientra in tempo in campo dopo il colpo ricevuto da Kispert che gli è costato qualche punto di sutura al mento. Rimanendo a Ovest, senza coach Kerr volato in Serbia per i funerali del vice Milojevic, Golden State allunga a cinque partite la sua striscia positiva a spese di Utah (129-107, 26 punti per Thompson e 25 per Curry) mentre Victor Wembanyama si prende la scena nel 122-99 su Toronto che permette a San Antonio di tornare a vincere dopo 7 gare. Prestazione storica per il 20enne lungo francese degli Spurs, che ha messo a referto una tripla doppia da 27 punti, 14 rimbalzi e 10 stoppate (suo massimo in carriera). Era da Clint Capela nel gennaio 2021 che non si registrava in NBA una tripla doppia da 10 stoppate, e l'ultimo rookie a riuscirci - proprio in maglia Spurs - era stato David Robinson nel 1990. 

Philadelphia stoppa Cleveland a Est

A Est il match più interessante della giornata ha visto Philadelphia stoppare Cleveland 123-121: 24 punti a testa per Hield e Oubre jr, con i Cavs (36 punti per Mitchell) che mancano sulla sirena la tripla del sorpasso con Garland e si fermano dopo 9 vittorie consecutive. I Sixers si avvicinano alla quarta piazza occupata da New York, beffata nel finale da Houston (105-103) e da un fallo fischiato a Brunson su Holiday che non ha convinto molti. Il mercato ha fatto bene agli Hornets, che col supporto dei nuovi arrivi fanno due su due battendo 111-102 Indiana, prezioso successo di Chicago su Atlanta per 136-126 che permette ai Bulls di difendere la nona piazza dagli stessi Hawks.


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

1
Nba: Antetokounmpo vince la sfida con Jokic, tripla doppia per Wembanyama
2
Nba, i risultati della notte italiana