Corriere dello Sport

Serie A

Vedi Tutte
Serie A

Carter gela Pesaro, Capo d'Orlando non si ferma

Carter gela Pesaro, Capo d'Orlando non si ferma

Brindisi passa all'overtime sul campo del suo ex coach Bucchi, la Betaland travolge Pistoia, Brescia asfalta Cremona.

 

domenica 11 dicembre 2016 21:05

ROMA - L’undicesima giornata di campionato vede il colpo esterno di Brindisi, che a Pesaro va sotto, rimonta 8 punti negli ultimi 45 secondi e poi passa 102-96 al supplementare. Pesaro si è illusa sull’85-77 dopo un libero di Fields ma Brindisi ha trovato il pareggio con Carter a due secondi dalla sirena. All’overtime Brindisi ha provato a scappare ma Pesaro è sempre rimasta a contatto. Sul 95-94 per gli ospiti ci ha pensato ancora Carter a rimettere un possesso tra le due squadre. Harrow ha segnato per i padroni di casa il -1 (96-97) ma poi Scott ha messo quattro liberi consecutivi per il 102-96 esterni. Amaro dunque l’amarcord di Piero Bucchi contro la sua Brindisi, pesante la sconfitta interna.

 

BRESCIA A VALANGA - E’ della Germani Brescia il derby lombardo: la squadra di Diana travolge Cremona 95-66 riuscendo a scappare nel terzo quarto grazie alla zona 3-2 messa in campo dalla Leonessa. Nel primo tempo i grandi protagonisti della sfida sono stati i fratelli Vitali (alla fine 17 punti per Michele, 12 per Luca con 18 assist…). Bene Moss e Burns con 12 punti ciascuno e tante altre cose utili, anche contro la Vanoli il migliore è stato Landry con 24 punti e 12 rimbalzi. Assoluto il dominio dei padroni di casa, che anche a rimbalzo hanno travolto Cremona (48-28). Per Pancotto 14 punti di Holloway ed Harris.

 

CASERTA KO - La Fiat torna al successo dopo il passo falso di Pistoia superando la Pasta Reggia 80-77. Caserta è partita meglio e sul finire del primo tempo ha trovato il +9 con le triple di Putney e Sosa (11-20). Torino è rimasta a contatto e col canestro da metà campo di Poeta ha chiuso il primo quarto sul 19-24. La Fiat ha trovato l’allungo nel secondo quarto col 10-0 di parziale che è valso il +8. Sosa ha tenuto in piedi Caserta (46-48) e poi le due squadre si sono scambiate break e sorpassi fino all’ultimo quarto. L’antisportivo di Mazzola su Cinciarini ha riaperto i giochi con la Juve a -3, Caserta ha avuto l’ultimo possesso con 6 secondi da giocare ma Sosa ha sbagliato la tripla del pareggio. Per Vitucci, 17 punti di Alibegovic, 15 di Wilson, 12 di Harvey. Per Caserta 37 punti di Sosa, 13 di Putney, 11 di Giuri.

 

BETALAND DA SOGNO - Sesto successo in campionato per la Betaland, che in casa non tradisce contro Pistoia (79-64). Dopo un primo periodo chiuso avanti dagli ospiti (22-19), Capo d’Orlando ha messo insieme il 22-10 di parziale che ha mandato le due squadre al riposo sul 41-32. Nel terzo quarto la Betaland ha preso la doppia cifra di vantaggio (51-37) ma Pistoia non si è arresa (56-50). L’Orlandina ha però ritrovato un vantaggio consistente in apertura di ultimo quarto con Archie (20 punti alla fine) e Fitipaldo (13) e non si è più guardata indietro. Per Pistoia, 12 punti di Boothe e Lombardi, solo 8 per Petteway.

Articoli correlati

Commenti