Basket Serie A, Milano crolla a Brindisi. Venezia riaggancia Avellino
© Ciamillo-Castoria
Serie A
0

Basket Serie A, Milano crolla a Brindisi. Venezia riaggancia Avellino

Seconda sconfitta in campionato per la squadra di Pianigiani. Bologna vince su Trieste, Pesaro batte Pistoia, la Reyer si impone a Torino e torna seconda

SASSARI - Milano cade a Brindisi, Venezia si riprende il secondo posto dopo la vittoria di Cantù su Avellino nell’anticipo del sabato. Continua invece la crisi di Pistoia e Torino,

MILANO CROLLA – Un parziale di 26-16 spezza le gambe all’Olimpia, ma gli uomini di Pianigianirialzano la testa a inizio secondo quarto. Quella contro Brindisi è una battaglia: i padroni di casa mettono dentro tutto ciò che tirano verso il canestro, ma James Brooks tengono viva la capolista. All’intervallo lo strappo è ricucito a metà (45-39). Milano è poco reattiva, subisce il tifo di casa e reagisce timidamente. Banks allunga sul +13, ma c’è il solito James che non intende mollare. Moraschini esalta il pubblico a suon di triple, ma a meno di 2’ dal termine è ancora tutto da decidere: Jerrels riporta l’Olimpia a -2, ma James sbaglia dall’arco e commette anche un fallo antisportivo, seguito da un tecnico. I nervi saltano e Milano perde la seconda partita in campionato.

Happy Casa Brindisi-AX Armani Exchange Milano 101-92

LUNCH MATCH – La partita delle 12.00 tra Banco di Sardegna e Grissin Bon parte con l’abbraccio caloroso del pubblico del PalaSerradimigni per Scott Bamforth, vittima di un grave infortunio al ginocchio che lo terrà lontano dal parquet per il resto della stagione. Debutto per McGee e Carter. Dopo i primi 10’ di gara, la squadra di coach Esposito è sopra di sei punti (27-21): i padroni di casa controllano il risultato anche nel secondo periodo e vanno all’intervallo con la doppia cifra di vantaggio: 50-40. Dopo l’intervallo, però, la Reggiana rimonta. Da -14 riesce addirittura a trovarsi sopra gli avversari, che pareggiano sul 64-64 al termine del terzo quarto. Disastroso, invece, l’ultimo periodo per la squadra di coach Devis Cagnardi, che nei primi sette minuti segna solo due punti. I problemi al tiro condannano gli ospiti alla sconfitta. Vince Sassari 82-71.

Banco di Sardegna Sassari-Grissin Bon Reggio Emilia 82-71

TORINO NON RIMONTAVenezia rischia di bruciare tutto il vantaggio conquistato nel primo tempo. Dopo essere andata negli spogliatoi sopra di 11 punti, la squadra di coach De Raffaele segna solo 9 punti nel terzo quarto, mentre la FIAT Torino aggancia e supera gli ospiti. Nell’ultima parte di gara è un testa a testa: Venezia si riporta sul +6 a 3’ dalla fine. A nulla serve la reazione dei padroni di casa guidati da Hobson. Venezia sale al secondo posto in classifica e sfrutta la sconfitta dell’Avellino.

Fiat Torino-Umana Reyer Venezia 66-73

POSTICIPO – Trento non muore mai. Dopo aver inseguito Cremona per tutta la partita, l’Aquila Basket passa in vantaggio con la tripla di Flaccadori a un minuto dal termine. Aaron Craft non sbaglia un tiro in tutta la serata: 5/5 da 2 e 2/2 da 3. Super prestazione degli ospiti, che soffrono ma trovano una vittoria importantissima: 89-84 in trasferta.

LE ALTRE PARTITE – A Bologna la Virtus sfiora la catastrofe: dopo aver guidato per gran parte della partita, subisce un parziale di 29-17 nell’ultima quarto, ma non basta a Trieste per rientrare in partita. Gli emiliani vincono 82-74.

Segafredo Virtus Bologna-Alma Trieste 82-74

Pistoia-Pesaro finisce con l’allungo finale degli ospiti, che vincono 81-77 sfruttando il parziale dell’ultimo quarto di 21-15.

Oriora Pistoia-VL Pesaro 77-81

A Brescia basta un secondo quarto da 25 punti per gestire il punteggio contro Varese, la partita finisce 78-73.

Vedi tutte le news di Serie A

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti