Basket, Serie A: l'Olimpia Milano cade in casa, vince Venezia 86-87
© LAPRESSE
Serie A
0

Basket, Serie A: l'Olimpia Milano cade in casa, vince Venezia 86-87

Rocambolesca sconfitta per la capolista nello scontro al vertice: la squadra di coach De Raffele accorcia sul -4. Avellino aggancia Cremona, battuta in trasferta da Varese. Buona la prima per la Virtus Bologna di Djordjevic, Torino ko

ROMA - Nella ventiduesima giornata del campionato di Serie A di basket crolla la capolista. L'Olimpia Milano perde in casa all'ultimo respito contro Venezia: la squadra di Pianigiani si blocca negli ultimi cento secondi di partita e si fa recuperare i nove punti di vantaggio. Un errore clamoroso di Micov sulla rimessa finale regala il tap-in a Bramos, che fissa il punteggio sull'86-87 a 0.2 secondi dal termine. Varese travolge Cremona 83-64 e permette ad Avellino, vittoriosa 91-59 su Reggio Emilia, di raggiungere la squadra di coach Meo Sacchetti al terzo posto. La Virtus Bologna onora al meglio la memoria di Alberto Bucci, ex coach e presidente delle Vu Nere, battendo a domicilio la Fiat Torino 64-80. Sassari passa sul campo di Pistoia 82-90 dopo l'overtime, Cantù batte Pesaro 72-80 e Trento sconfigge Trieste 82-75. Nel posticipo Brescia ferma Brindisi.

OLIMPIA MILANO KO - Quarta sconfitta in campionato per l'Olimpia Milano, ma quella contro Venezia è la più clamorosa. Al Mediolanum Forum di Assago arriva un'incredibile rimonta da parte della squadra di coach De Raffaele, che recupera e vince allo scadere. Sembra una serata perfetta per Milano quando inizia la partita: dopo lo 0-3 iniziale di Venezia, arriva la reazione immediata dei padroni di casa. Mike James s'infiamma e guida l'Olimpia fino al 19-3, ma la Reyer reagisce a accorcia fino al -9. Il primo quarto si chiude 29-20 per i campioni d'Italia. Nel secondo periodo arriva di nuovo l'allungo e Milano si trova sul +14, ma Biligha suona la riscossa e Tonut inizia a macinare punti: all'intervallo i padroni di casa sono quattro punti sopra e Tonut ricomincia da dove aveva finito. In apertura di terzo quarto arriva il sorpasso degli ospiti, poi Daye firma il +6. Mike James torna a trovare il fondo della retina e Milano resta aggrappata agli avversari. Iniziano gli ultimi dieci minuti e i ragazzi di coach Pianigiani mettono di nuovo la testa avanti con Cinciarini, ma Watt schiaccia in testa a Tarczewski ed è tutto in parità. Sul 70-70 l'Olimpia Milano mette 8 punti di fila e allunga: il Forum crede nella vittoria, soprattutto quando Nedovic allunga il vantaggio fino all'86-77 dalla lunetta a 1'40 dalla fine. Tonut mette la tripla e Cinciarini fa 0/2 ai liberi, Venezia c'è. Bramos da tre, non è finita. Daye dalla media e Venezia è a meno uno: il Forum resta in silenzio. Micov fa fallo in attacco con trenta secondi sul cronometro: opportunità per gli ospiti, che sbagliano con Daye e Milano conquista una rimessa fondamentale per assicurarsi la vittoria. Arriva il pasticcio: Micov butta via la rimessa, la regala a Venezia che si fionda a canestro e trova il fondo della retina dopo il tap-in di Bramos a 0.2 secondi dal termine. La rimonta è completata: la partita finisce 86-87.

Pianigiani: "Spero non accadano pù certi errori"


TORINO-VIRTUS - Non c’è il tanto atteso esordio di Mario Chalmers: l’ex Miami Heat si accomoda in tribuna per la prima di Sasha Djordjevic alla guida delle Vu nere. Bologna parte forte, trovandosi presto sul 3-11 grazie ai canestri di Punter e Moreira. Il primo quarto è senza storia, si accende anche Kravic e Torino fatica a rimanere a contatto (11-27 alla prima sirena). La Fiat cerca di riprendersi nel secondo periodo ma arriva al massimo a -10 con una bomba di Wilson, chiudendo sul 26-38 prima dell’intervallo lungo. Discorso diverso nel terzo quarto, perché Torino riesce a riaprire il match sulle ali di Cotton e Moore, costringendo Djordjevic al timeout sul 35-40. I bianconeri rispondono bene alle direttive del nuovo coach, fiammata di Taylor e Pajola per un controparziale di 4-12 che permette alla Virtus di essere saldamente in controllo a 10’ dalla fine (45-54). I tentativi della Fiat sono vani anche nell’ultimo quarto, Bologna ringrazia anche Aradori e archivia la pratica sul 64-80. Per Torino la classifica non sorride. 

Fiat Torino-Segafredo Virtus Bologna

LE ALTRE PARTITE - Varese-Cremona 83-64, Pesaro-Cantù 72-80, Trento-Trieste 82-75, Pistoia-Sassari 82-90 (OT), Avellino-Reggio Emilia 91-59, Brescia-Brindisi 97-80 (OT).

Vedi tutte le news di Serie A

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti