L'Olimpia Milano batte Avellino in trasferta e forza Gara-5
© CIAMILLO-CASTORIA
Serie A
0

L'Olimpia Milano batte Avellino in trasferta e forza Gara-5

Gli irpini sprecano il match point per eliminare la prima della classe: la squadra di Pianigiani vince 80-86 trascinata dai canestri di uno strepitoso James Nunnally, che realizza 28 punti

ROMA - Avellino non riesce nell'impresa di eliminare la prima della classe: solo una volta nella storia della Serie A l'ultima classificata ai playoff è riuscita a buttare fuori la capolista della regular season. Era il lontano 1984-85 quando la Scavolini Pesaro eliminò BancoRoma. Avellino, invece, non è riuscita a fare lo stesso con l'Olimpia Milano: la squadra di Pianigiani vince in trasferta una sfida delicatissima con il punteggio di 80-86 e forza Gara-5. Il passaggio del turno si deciderà nell'ultima partita della serie, in programma domenica 26 maggio al Forum.

L'INDAGINE SU TORINO

I RISULTATI

Primo Quarto

Un inizio di gara particolare: Milano apre le danze con Micov, ma la squadra di coach Pianigiani non sembra avere le idee chiare in attacco. Dall'altra parte, però, Avellino è bloccata e per quasi quattro minuti non trova mai il fondo della retina. Harper segna il primo canestro dei padroni di casa quando l'Olimpia ha già collezionato 11 punti. Milano tocca la doppia cifra di vantaggio con l'alley-oop firmato Cinciarini-Tarczewski e mantiene le distanze di sicurezza fino alla fine del primo quarto.

Secondo Quarto

Sykes suona la carica per Avellino all’inizio del secondo quarto, ma Milano risponde con Tarczewski e Kuzminskas. Sykes fa paura a Pianigiani, che chiama time out dopo pochi minuti dall’inizio del parziale, ma nonostante la pausa Sykes continua a far tremare la difesa ospite. Jerrels riporta a +12 Milano, che poi tocca il +15 con Kuzminskas e il +17 con Nunnally. Harper, però, in chiusura di periodo accorcia le distanze e si va all’intervallo con le squadre sul 31-43. 

Terzo Quarto

Il secondo tempo si apre all’insegna delle giocate di Nunnally: l’ex della partita in pochi minuti arriva a toccare quota 20 punti, ma Avellino non ha alcuna intenzione di mollare. Con i canestri di Harper e di Sykes i padroni di casa rientrano fino al –10 , poi Filloy firma la tripla del –7 e il PalaDelMauro inizia ad entrare in partita. Con i tiri liberi segnati da Silins Avellino tocca il –5, ma Nunnally torna a fare la differenza mettendo sei punti di fila: una serata maestosa per lo statunitense.  

Quarto Quarto

Harper apre l’ultimo periodo con un 2/2 dalla lunetta, ma prima una tripla di Jerrels, poi quella di Kuzminskas tagliano le gambe ad Avellino. La squadra di Maffezzoli prova a rimanere aggrappata con i denti alla partita, ma quando mancano 5’ alla sirena finale la distanza tra le due squadre è di 15 punti. Nei minuti che restano i padroni di casa provano a rientrare in partita e l’Olimpia Milano alza le mani dal manubrio troppo presto. Harper è l’ultimo a mollare e Avellino tocca il –9: gli irpini ci credono e vanno a -6 a 15 secondi dal termine, ma il tempo non basta per l'incredibile rimonta. La partita finisce con il risultato di 80-86 per l'Olimpia Milano.

Sidigas Avellino - A|X Armani Exchange Milano 80-86

Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti