Serie A
0

Roma asfaltata da Brescia, Sassari piega la Virtus Bologna. Vince anche Milano

La Germani ne rifila trenta ai capitolini, la banda del Poz supera 91-77 i felsinei e si porta a -2. L'Olimpia si impone su Trento 81-69 e resta al fianco dei sardi in classifica

Roma asfaltata da Brescia, Sassari piega la Virtus Bologna. Vince anche Milano
© G.Masi/Ciamillo

ROMA - Si chiude la 14esima di Serie A con la netta vittoria di Brescia sulla Virtus Roma. Posticipo dominato per 40' minuti dalla Germani che chiude a +30. Formazione capitolina in balia dei lombardi e mai capaci di reagire: Silins, Lansdowne e Abass domano il quintetto di Bucchi e si prendono la quarta piazza del campionato. Ospiti sul +10 già nel primo quarto, poi il divario aumenta fino al 53-83 finale. Il big match di giornata se lo aggiudica Sassari che si impone per 91-77 sulla Virtus Bologna. Un momento no per i ragazzi di Djordjevic, alla seconda sconfitta in tre gare, che dopo aver dominato iniziano a preoccuparsi per il ritorno delle avversarie. Gara equilibrata nel primo tempo con le due compagini a contatto che chiudono dopo 20' sul 43-38. Nel terzo periodo l'exploit della banda Pozzecco prende i contropiede i felsinei e arriva l'allungo decisivo: non bastano i 22 punti dello straordinario Teodosic contro i 18 di Pierre e i 17 di Evans. Uno stop che sfrutta anche l'Olimpia Milano uscita vincente dallo scontro con Trento per 81-69. Dominio degli uomini di Messina che ringraziano il trio Della Valle-Micov-Rodriguez (31 punti in 3) e restano al secondo posto insieme al Banco di Sardegna; agli ospiti non bastano i 15 punti del solito Gentile.

Serie A, la classifica 

Le altre gare

Successo esterno per Venezia a Reggio Emilia per 104-85, tra le due formazioni in maggiore flessioni in questa stagione. Niente da fare dunque per la Grissin Bon che cade contro il quintetto di De Raffaele. Ospiti che chiudono sul +1 il primo quarto, sul 30-29, e allungano nel secondo sul 58-52. Daye e Watt (17 e 21 punti) continuano a macinare anche nel secondo tempo e il gap aumenta fino al +19 finale. Altro successo in trasferta nella sfida tra Trieste e Cantù: termina 86-96. Match euqilibrato per lunghi tratti, spezzato dal dominio di Clark che chiude con 32 punti a referto. Per i padroni di casa non basta la buona prestazione corale e i 17 di Elmore, conditi dai 16 di Justice. Sorride anche la Fortitudo che trova l'importante vittoria casalinga su Brindisi per 78-72: grande prestazione degli americani Sims e Robertson (17 e 15 punti) che riportano il sorriso a coach Martino.

Il lunch match

Nel lunch match della  di Pistoia è riuscita a sconfiggere Pesaro 91-79. Seconda vittoria consecutiva per i padroni di casa che prendono ulteriormente le distanze dalla zona retrocessione. Tredicesima sconfitta, invece, in altrettante partite per gli ospiti nonostante il cambio di allenatore e l'arrivo di Troy Williams. Match equilibrato nel corso del primo quarto con Pistoia che chiude in vantaggio di un solo punto, 27-26. Nel secondo periodo chiudono addirittura davanti gli ospiti con le due squadre che vanno al riposo sul 46-41. Al rientro dall'intervallo, però, si risvegliano i toscani che infilano 27 punti nel terzo periodo contro i 20 di Pesaro andando al quarto finale in vantaggio 68-66. Negli ultimi 10 minuti non c'è storia con il quintetto guidato da Carrea che prende il largo chiudendo 91-79. 

OriOra Pistoia - Carpegna Prosciutto Basket Pesaro 91-79

Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti