Turris, corallini scatenati: Longo rinnova, arriva Del Prete

Il capitano lo scorso anno ha siglato la bellezza di 23 gol: "Qui ho trovato la mia consacrazione e la mia casa". L'ex Nola è stato voluto da Fabiano: "Per onorare maglia e tifoseria darò tutto"

TORRE DEL GRECO - La Turris festeggia: il giorno del rinnovo di Fabio Longo è finalmente arrivato. Il bomber corallino, che nella scorsa stagione ha messo a segno ben 23 reti in campionato (27 totali considerando anche la Coppa Italia e i Playoff), si conferma così al centro del progetto biancorosso. Queste le dichiarazioni rilasciate dall'attaccante campano subito dopo la chiusura dell'accordo avvenuta nella sede della COLMA, azienda della famiglia Colantonio a Teverola): "La  mia priorità è sempre stata la Turris. Già a maggio ho dato la mia disponibilità alla famiglia Colantonio per restare in maglia corallina. Con il Presidente mi unisce un rapporto che va al di là del calcio. Ci tenevo a chiudere questa situazione il prima possibile per partire tranquillo per le vacanze e mettere la parola fine su tutte le questioni di mercato che tiravano in ballo il mio nome. Alla Turris ho trovato la mia consacrazione e la mia casa e non potevo tradire una fiducia così grande. Ora aspettiamo di sapere che categoria andremo a disputare. Insieme ai miei compagni, sono certo che daremo ancora grandi emozioni alla splendida tifoseria corallina e a tutta la città".

Ecco l'uomo giusto per Fabiano

Il club corallino ha annunciato anche l'acquisto del classe 2000 Simone Del Prete. Il centrocampista proveniente dal Nola (lo scorso anno 28 presenze e 1 gol per lui in Serie D con la casacca bianconera), è una vecchia conoscenza di Mister Fabiano che lo ha fortemente voluto in rosa questa stagione. Queste le prime parole del neo-calciatore corallino:
"Sono veramente molto contento di poter vestire la maglia della Turris. Ho tantissima voglia di mettermi in gioco e dimostrare il mio valore in campo. Darò tutto per onorare questa maglia e questa splendida tifoseria".

TUTTO SUI DILETTANTI CAMPANIA

Da non perdere







Commenti