Vico Equense, Spano: ""Castel San Giorgio? Non faremo le vittime sacrificali"

Il tecnico azzurro-oro: "Arenella non è al top, ma i giovani danno garanzie"
Vico Equense, Spano: ""Castel San Giorgio? Non faremo le vittime sacrificali"
Tagseccellenzaspanovico equense

VICO EQUENSE - “Serve una lucida follia, la consapevolezza che pur essendo una matricola e avendo tanti ragazzi esordienti in Eccellenza possiamo dire la nostra in questa categoria”. Il messaggio di Tommaso Spano, tecnico del Vico Equense, alla vigilia del match in casa del Castel San Giorgio è molto chiaro: niente alibi nonostante le molte assenze. Non risultano tra i convocati Caiazza (che deve scontare due turni di squalifica), De Julio, Celentano, Coppola, Schettino e anche Raganati, che resterà ai box a scopo precauzionale.

Novità di formazione in vista?

“Siamo rimaneggiati perché anche Arenella non è al top - spiega Spano - ma io sono consapevole della profondità della rosa e del fatto che i giovani mi danno adeguate garanzie. Nutro profondo rispetto per il Castel San Giorgio, una squadra importante e ben guidata, ma ovviamente non vogliamo recitare il ruolo delle vittime sacrificali e quindi cercheremo di portar via un risultato positivo”. Probabile qualche novità di formazione: “Possiamo sperimentare qualcosa di diverso - conclude Spano - perché siamo una squadra camaleontica che può cambiar pelle anche a gara in corso. Magari chi sarà inizialmente in panchina potrà risultare determinante, tutti debbono avere voglia di mettersi in mostra”.

TUTTO SUI DILETTANTI CAMPANIA

Mister Calcio Cup europei

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti