Corriere dello Sport

Inter

Vedi Tutte
Inter

Moratti festeggia i 70 anni con Thohir

© LaPresse

L'ex patron è arrivato a partita iniziata, ma nel giorno del suo settantesimo compleanno, non si è voluto perdere Inter-Juventus.

 Andrea Ramazzotti

sabato 16 maggio 2015 18:34

MILANO - Massimo Moratti non ha voluto saltare Inter-Juventus e, anche nel giorno del suo settantesimo compleanno, non ha disertato San Siro. E' stato fino a metà pomeriggio a casa con i suoi familiari, ma poi l'ex patron è arrivato al Meazza e, a partita iniziata, si è andato ad accomodare in tribuna autorità dove c'era già Thohir, insieme ad alcuni amici. L'indonesiano nel pre partita non aveva fatto a tempo a salutare la squadra che comunque aveva incontrato stamani alla Pinetina, dopo l'ultima "sgambata". Moratti invece in mattinata aveva parlato a Radio 105 del suo compleanno e dei suoi (quasi) 20 anni da patron nerazzurro: “I trionfi di Vienna e di Madrid sono due cose fantastiche, che mi hanno portato felicità, ma sono diversi: uno era il trionfo di mio padre, l'altro è stato una situazione personale che è stato un grande piacere ripetere. Li metto alla pari, ma con due colori diversi. Juventus da Triplete? Si può fare tutto: ora i bianconeri sono a due gare da questo traguardo, ma il Barcellona non è un passo facile... Meglio Herrera o Mourinho? Non si può sceglierne uno: sono due personaggi che hanno caratteristiche particolari, hanno vinto e hanno grandi personalità. Un giocatore da ricordare? Recoba... Ci siamo divertiti anche con quelli che non hanno vinto".

Per Approfondire