Corriere dello Sport

Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Cagliari padrone: Rastelli insaziabile

Cagliari padrone: Rastelli insaziabile
© LaPresse

La capolista in casa non fa sconti: ha vinto finora tutte le gare di questo campionato tra le mura amiche (record in B per i rossoblù). Anche al cospetto di un Modena spigoloso e battagliero, Joao Pedro e compagni non si risparmiano. E volano da soli in vetta alla classifica, complice il successo del Latina di Somma (al debutto) sul Cesena di Drago (3º ko esterno stagionale)

 di Tullio Calzone

domenica 8 novembre 2015 18:08

Questa Serie B è sempre più un mondo capovolto. Quando credi di aver fissato dei paletti e stabilito delle gerarchie, ecco che salta tutto in aria. E si ricomincia. L’unica certezza è il Cagliari di Rastelli, arrembante e cinico, che in casa è implacabile: 7 vittorie in 7 gare al Sant’Elia e primato solitario sono fatti concreti non chiacchiere. Soffre contro il Modena la compagine isolana, ma si prende tutto, piegando Crespo, applaudito e in partita sino all’ultimo istante nonostante l’uomo in meno. Alla fine Cagliari padrone.    

SOMMA DEBUTA BENE - Anche perché il Latina di Somma funziona già alla prima uscita e ha la meglio sul Cesena. E’ bastato poco ai pontini per ripartire dopo l’avvicendamento in panchina che è costato il posto a Iuliano. Troppi elogi fanno male ai romagnoli che ci rimettono il 1º posto dopo la 3ª sconfitta esterna stagionale. Una prestazione da analizzare sotto il profilo mentale, condizionata da imprecisioni negli ultimi metri, che non sarà piaciuta allo stesso Drago, chiamato a correggere qualcosa di suo.

TERNANA CORSARA - Le sorprese non finiscono qui. Perché la Ternana, data per spacciata all’Adriatico, affonda un Pescara arrembante e ingenuo. A volte, come ricorda Oddo a caldo e deluso, se non riesci a vincere devi accontentarti del pari. Non trova neppure quello il Livorno di Panucci a Vercelli castigato da un’autorete di Maicon e dalle astuzie di Foscarini.

FESTA BARI - E così, in attesa dell’incrocio tra l’ex capolista Crotone e lo spigoloso Avellino di Tesser, secondo posticipo dopo Perugia-Lanciano di oggi, fa ancora festa il Bari. Piegata con un aiutino di Candussio la Salernitana, Nicola si gode un 3º posto che ha del miracoloso considerando l’inondazione di critiche patite. Ma a volte si cresce anche così e bisogna pazientare. Soprattutto sei hai 30 mila tifosi al tuo fianco con una voglia matta di arrivare!

Per Approfondire

Commenti