Corriere dello Sport

Calcio

Vedi Tutte
Calcio

L'Inter sogna lo Scudetto: Thohir si prende la sua rivincita

L'Inter sogna lo Scudetto: Thohir si prende la sua rivincita
© ANSA

Il Presidente dell'Inter si sta prendendo le sue soddisfazioni in questa stagione e sogna di vincere il Tricolore.

 Marco Gentile

domenica 13 dicembre 2015 15:04

MILANO- 15 novembre 2013: Eric Thohir diventa azionista di maggioranza dell’Inter. I tifosi dell’Inter accolsero come un fulmine a ciel sereno questa notizia, forse spaventati dalle garanzie che il tycoon indonesiano avrebbe dato alla società nerazzurra. A distanza di poco più di due anni i risultati, da questa stagione, stanno parlando per lui che si è sempre dimostrato tranquillo, sicuro e pronto a rilanciare l’Inter sia in campo nazionale che Internazionale.

NON PORTA BENE- I primi 18 mesi da Presidente dell’Inter non sono stati affatto facili per Thohir: i risultati non arrivavano, la piazza era scettica, era spesso nel mirino della critica e addirittura si vociferava che la sua presenza allo stadio non fosse ben augurante, dato che i pareggi e le sconfitte coincidevano proprio con le sue presenze allo stadio Meazza. Tutto ciò è stato sfatato e ora l’indonesiano vuole raccogliere i frutti del suo lavoro e sogna di vincere il suo primo titolo Tricolore da Presidente.

GRANDE RIVINCITA- Con pazienza, competenza e ben assistito dai suoi collaboratori, Thohir è riuscito a compiere un piccolo capolavoro costruendo una squadra vincente. Ha investito tanto in questi mesi e in estate ha dato mandato al bravissimo direttore sportivo, Piero Ausilio, che ha acquistato ben 10 giocatori rinforzando a dovere la rosa a disposizione di Mancini. Qualche giorno fa si è anche scagliato contro gli arbitri, rei di essere un po’ troppo severi con l’Inter: sintomo che si sta calando sempre di più nella parte e sta acquisendo la padronanza necessaria per essere il patron di una squadra di blasone come l'Inter. Thohir si augura di ripercorrere le orme di Massimo Moratti, che gli è sempre stato vicino in questi mesi, sostenendolo e ritenendolo la persona adatta per rilanciare le ambizioni del club.

Articoli correlati

Commenti