Corriere dello Sport

Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Dirty Soccer, attesa per le sentenze

Dirty Soccer, attesa per le sentenze
© Francesco Mazzitello - LaPresse

Lunedì mattina il Tribunale Federale si esprimerà sulle 28 società coinvolte 

Sullo stesso argomento

 

domenica 31 gennaio 2016 18:27

CATANZARO - Sono attese per domani mattina, salvo ulteriori slittamenti, le sentenze del Tribunale federale nazionale della Figc relative al secondo filone dell'inchiesta 'Dirty Soccer' sul calcioscommesse, avviata dalla Procura della Repubblica di Catanzaro. Dopo 19 giorni di camera di consiglio, al vaglio dei giudici (presidente Sergio Artico), sono passate le posizioni di 28 società tra Serie B, Lega Pro, Lega Dilettanti (Serie D e campionati di Eccellenza di Campania, Calabria, Puglia e 49 soggetti (stralciate quelle di Carluccio, Magni e Ingrosso) riconducibili ai club in questione.

PREVISIONI - Stando a quanto trapela, alcune delle richieste della procura federale sarebbero state ritenute eccessive dal Tribunale, nel dispositivo potrebbero dunque verificarsi alcune riduzioni, soprattutto per quanto riguarda le società più colpite nelle penalizzazioni. Sperano in uno sconto L'Aquila (che parte dal -31 e 205.000 euro di ammenda), Neapolis (-22 punti e 5.000 euro di ammenda) e Pro Patria (-20 punti). Possibile, inoltre, che le società per le quali è stato richiesto 1 punto di penalizzazione per responsabilità presunta possano cavarsela con una semplice ammenda. Tra queste, ci sarebbe anche il Livorno, unico club di Serie B a processo. Per quanto riguarda gli altri club di Lega Pro, di seguito le altre richieste della procura federale: Akragas (-4 punti e 4.700 euro ammenda), Catanzaro (-3 punti e 30.000 euro di ammenda), Juve Stabia (-3 punti), L'Aquila (-32 punti e 205.000 euro di ammenda), Santarcangelo (-12 e 135.000 euro di ammenda), Savona (-3 punti e 30.000 euro di ammenda) e Tuttocuoio (-3 punti).

Articoli correlati

Commenti