Corriere dello Sport

Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Inter, non far la stupida stasera: la Champions è l'obiettivo dichiarato

Inter, non far la stupida stasera: la Champions è l'obiettivo dichiarato
© LaPresse/Spada

I nerazzurri dovranno rialzare la testa dopo un mese di gennaio terribile dove hanno raccolto la miseria di cinque punti in cinque giornate. Icardi torna titolare per scacciare la crisi di gol dell'attacco dell'Inter.

Sullo stesso argomento

 Marco Gentile

mercoledì 3 febbraio 2016 11:04

MILANO- L’Inter di Mancini deve rialzarsi subito dopo l’ennesimo ko subito in un mese di gennaio nerissimo per i colori nerazzurri. Cinque punti nelle ultime cinque giornate, frutto di una sola vittoria, a Empoli, due pareggi, Atalanta a domicilio e Carpi al Meazza, e due sconfitte contro Sassuolo e Milan. In mezzo anche due sfide di Coppa Italia: una vinta, a Napoli nei quarti di finale, l’altra persa nell’andata delle semifinali allo Juventus Stadium. La partita di questa sera, contro l’ottimo Chievo Verona di Rolando Maran, sarà un test fondamentale per i nerazzurri che devono vincere per scacciare la crisi.

TORNA IL CAPITANO- Icardi, dopo le recenti panchine contro Juventus e Milan, tornerà a guidare l’attacco dell’Inter. Il modulo adottato dovrebbe essere il 4-3-3 con Brozovic-Medel o Felipe Melo e Kondogbia in mezzo al campo a supporto del tridente formato proprio dal capitano, di Eder e uno tra Perisic e Ljajic. Mancini potrebbe anche decidere di puntare ancora sul 4-2-3-1: in questo caso sarà Brozovic ad accomodarsi in panchina e sia Perisic che Ljajic sarebbero titolari. Sarà sicuramente out Stevan Jovetic, che dopo le scarse prestazioni fornite contro Juventus e Milan subirà un riposo forzato.

NON ROVINARE TUTTO- L’Inter è stata per diverse giornate in testa alla classifica e questo qualcosa dovrà pur significare. I nerazzurri hanno marciato ad un ritmo record da settembre a dicembre, dove la sconfitta contro la Lazio, prima della sosta, ha minato le certezze degli uomini di Mancini. La crisi si è acuita nel match di San Siro contro il Sassuolo di Di Francesco dove, nonostante una buona partita disputata, forse una delle migliori della stagione, i nerazzurri sono sconfitti al 95’ su calcio di rigore e da lì in poi hanno inanellato una serie di prestazioni deludenti culminate nella sconfitta nel derby di domenica. L’Inter, ora, non dovrà riuscire nell’impresa di rovinare quanto di buono fatto nella prima parte di stagione. Lo Scudetto resta ormai un miraggio, visto che la coppia formata da Napoli e Juventus sembra al momento imprendibile. La qualificazione alla Champions League, però, resta alla portata dei nerazzurri che se la lotteranno fino alla fine con Fiorentina, Roma e il rientrante Milan di Sinisa Mihajlovic.

Articoli correlati

Commenti